Rosario Crocetta visita il Cluster BioMediterraneo

Il Presidente della Regione Siciliana all'Expo 2015 per confermare il grande successo dei primi 4 mesi di presenza

Rosario Crocetta
    icona css3menu.com    icona css3menu.com

Rosario Crocetta Presidente della Regione Siciliana al Cluster del BioMediterraneo. Rosario Crocetta visita l'Esposizione Universale di Milano. Crocetta è accerchiato da fotografi e persone presenti nel Cluster.

Il Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta visita il Cluster BioMediterraneo, gestito dalla Regione e che ha raccolto un grande successo di pubblico, grazie alle numerose e valide iniziative organizzate in esso.

    Il 5 settembre scorso Crocetta ha visitato Expo Milano 2015, al termine della settimana dedicata al Parco dei Nebrodi e al GAC Costa dei Nebrodi: una settimana in cui si è registrato il picco di presenze al Cluster.

L'investimento fatto ritornerà in termini d'immagine

Rosario Crocetta, durante il suo discorso, ha voluto rimarcare il grande successo della Sicilia all'Expo e il ruolo che la Regione ha nel Mediterraneo: «Si è raggiunto un grande risultato, si sta consolidando sempre più il ruolo della Sicilia come ponte economico, sociale e culturale nel Mediterraneo. Considerata oggi, come nel passato, una porta per il Sud del Mondo, ma anche una porta per l'Europa, la Sicilia ha sempre più un ruolo di importante cerniera nel Mediterraneo.

    Un ruolo perfettamente coerente con quanto voluto dalla Regione Sicilia nel coordinamento delle attività del Cluster finalizzato alla promozione dei territori siciliani ma anche all'integrazione tra le loro bellezze e le magnificenze dei Paesi del mediterraneo presenti nel Cluster. In merito all'investimento fatto dalla Regione Sicilia per la realizzazione del Cluster, se consideriamo quanto speso in passato, il ritorno promozionale è enorme
».

    Il responsabile unico del Cluster Dario Cartabellotta, riassume gli ultimi due mesi di partecipazione all'esposizione di Milano, con i progetti per il post Expo 2015: «Il grosso lavoro svolto fino ad oggi ha permesso di raccontare una Sicilia operosa e capace di confrontarsi con gli altri Paesi proponendo attività culturali e azioni di promozione di grande valore. Nei prossimi due mesi lavoreremo ancora di più sulla promozione della Sicilia e su ulteriori accordi di collaborazione internazionale, utili per i nostri produttori e per gli scambi economici e culturali dei prossimi anni. Stiamo già lavorando alla redazione di una Carta del BioMediterraneo per implementare le strategie di collaborazione sui temi della promozione della Dieta Mediterranea, della salvaguardia delle coste e per una pesca sostenibile e per la salvaguardia della biodiversità dei territori montani e prossimi alle coste del mediterraneo».

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo