Fairtrade sarà presente all'Expo 2015, a favore dell'equo e solidale, nel Cluster del cacao

Fairtrade sostiene i coltivatori di cacao, i produttori di ciccolato delle zone in via di sviluppo

    icona css3menu.com  icona css3menu.com
Programma commercio equo solidale


FairTrade è il marchio internazionale del settore equo e solidale, che si occupa di garantire ai produttori e lavoratori agricoli delle aree in via di sviluppo, qualità e dignità della vita migliori. Il programma di certificazione etica, pone sotto il suo ombrello protettivo numerosi prodotti riconoscibili dal marchio Fairtrade International: zucchero, te, cotone, caffè, fiori, vino e tanti altri. Tra questi prodotti c'è anche il cacao, così prezioso e fondamentale nella realizzazione di innumerevoli dolci. Oggi molto utilizzato anche nella realizzazione di prodotti per la bellezza.

Fairtrade nel Cluster del cacao

Programma zucchero, cacao e cotone

Fairtrade, per il suo impegno a favore delle coltivazioni nei paesi in via di sviluppo, ha deciso di inserirsi nel Cluster del cacao. Una delle 'materie prime alimentari' di maggiore importanza per i paesi in via di sviluppo, tra i più utilizzati nel mondo occidentale e avanzato. Basti pensare alla enorme quantità di cioccolato prodotto nel mondo, come barrette e spalmabili ecc.

    Fairtrade sostiene le coltivazioni di caffè, zucchero e cacao, attraverso dei programmi speciali chiamati Fairtrade Sourcing Program. Essi sono "programmi di approvvigionamento di materia prima certificata". Consentono alle aziende di acquistare quantitativi crescenti di materia prima Fairtrade, rispettando un modello improntato alla "responsabilità sociale d'impresa".

Fairtrade e il cacao

Nel 1994, Fairtrade produce la prima barra di cioccolato con il suo marchio, dal nome Green & Black's Maya gold chocolate. Attualmente sono 141'800 i piccoli agricoltori organizzati in 71 organizzazioni produttive nel mondo.

Semi di cacao     Nel 2011, il progetto Fairtrade Premium ha contabilizzato 7,6 milioni di euro di ricavato per gli agricoltori. La metà di essi sono stati reinvestiti in sviluppo del business, ampliamento dell'impresa e organizzazione imprenditoriale.

    Fairtrade è impegnata nella raccolta di cacao delle seguenti nazioni: Belize, Bolivia, Cameroon, Costa Rica, Colombia, Cote d’Ivoire, Dominican Republic, Ecuador, Ghana, Haiti, Honduras, India, Nicaragua, Panama, Papua New Guinea, Peru, Sao Tome e Principe, Sierra Leone, Sri Lanka.

    Le varietà di piantagioni di cacao coltivate sono: la varietà Forastero è usata per il latte al cioccolato; le varietà criollo e trinitario per la produzione di cacao raffinato.(Fonte: Fairtrade International).

Fairtrade nel mondo

Il network di fairtrade International copre tutte le aree a maggiore criticità economica del mondo: Asia e Pacifico, America Latina, Africa e Medio Oriente. Ha numerose sedi sparse nel mondo, nate per sostenere la cultura del commercio equo e solidale e promuovere la vendita dei prodotti alimentari con il suo marchio. In Europa e nel resto dei paesi occidentali, troviamo molte sedi nazionali attive: Fairtrade Australia, Danimarca, Giappone, Portogallo, Stati Uniti, Regno Unito, Svizzera.

Fairtrade Italia
Fairtrade nel Cluster cacao

Fairtrade Italia è nata nel 1994. Essa è composta da cooperative e aziende che sostengono le attività nazionali e internazionali del marchio equo e solidale. Tra i suoi compiti appunto quello di diffondere lavendita di prodotti a marchio Fairtrade: sono circa 5'000 i punti vendita che distribuiscono prodotti con il logo internazionale.

    Fanno parte della governance, Oxfam Italia, FOCSIV Italia, Acli, Arci e altri. Tra i soci spicca la partecipazione di Banca Popolare Etica.


Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo