Fiat e Iveco promuovono l'uso del biometano a Expo 2015

La flotta di Fiat 500L e di bus Urbanway usati nel Sito Espositivo salvano 140 alberi

    icona css3menu.com    icona css3menu.com

Fiat 500L a biometano

Lo scorso 24 luglio 2015, Fiat Chrysler e CNH Industrial, entrambe Partner ufficiali di Expo Milano 2015, hanno annunciato una collaborazione con la Air Liquide, riguardo l'uso del biometano come combustibile per mezzi di trasporto.

    FCA, si legge nel comunicato stampa, intende aprire il mercato automobilistico a questo nuovo tipo di combustibile, che ancora non è accessibile ai consumatori. Il primo esempio di utilizzo del biometano sta avvenendo all'Expo Milano 2015, dove la Fiat ha fornito un flotta di 50 Fiat 500L Natural Power e, attraverso CNH Industrial Iveco Bus, 7 autobus di 12 metri Urbanway, per gli spostamenti all'interno del Sito Espositivo. Gli Urbanway, sono spinti da motori ecologici alimentati a gas naturale compresso CNG, ovvero biometano. Anche le Fiat 500L sono alimentate a biometano, grazie all'introduzione di biometano della Air Liquide nella rete di distribuzione. Si tratta di piccole quantità, pari a 70.000m3 di biometano per le auto Fiat e 270.000m3 per gli autobus forniti da Iveco Bus. Rispetto al comune gas naturale, i mezzi di trasporto forniti all'Esposizione Universale di Milano, risparmieranno 100 tonnellate di CO2, pari a 140 alberi nell'arco della loro intera vita.

Benefici del biometano

Il biometano è prodotto dagli scarti organici dei rifiuti domestici, dagli scarti agricoli e animali. Rispetto al normale gas naturale, che già consente la riduzione delle emissioni nocive nell'ambiente, il biometano produce emissioni di CO2 comparabili a quelle di un'auto elettrica alimentata con elettricità prodotta da fonti rinnovabili. Quindi un'ulteriore abbattimento di gas nocivi, a tutto beneficio delle persone e dell'ambiente.

    L'intento di Air Liquide e di FCA è di aprire una nuova prospettiva al mercato automobilistico. Per rendere concreto tale progetto è necessario avere una rete di distribuzione sul territorio, capace di garantire ai consumatori, di rifornire la propria auto con biometano. Ecco perché le aziende che hanno sottoscritto questo rapporto di collaborazione, lavorano per coinvolgere le catene di fornitura dei carburanti, affinché si aprano a questo nuovo combustibile per l'autotrazione.

Biometano nei mezzi agricoli

CNH Industrial è presente all'Esposizione di Milano con la sua azienda controllata New Holland, produttrice a livello mondiale di macchine agricole. All'Expo Milano 2015, New Holland ha portato un trattore alimentato a biometano posizionato sul tetto del suo Padiglione Corporate, per un'ampia promozione della nuova tecnologia.

    Dal 2006, New Holland ha messo in pratica la strategia Clean Energy Leader, per trovare valide alternative al diesel in agricoltura. Ed ecco quindi nascere i primi motori biodisel, e gli esperimenti della biomassa e biometano. New Holland punta addirittura a creare fattorie energeticamente indipendenti, attraverso il riciclo degli scarti agricoli, usati per la produzione di carburanti alternativi, proprio come il biometano.

Autobus Iveco a biometano

Il Responsabile della divisione Iveco Bus di CNH Industrial Sylvain Blaise, a proposito dei propulsori a biometano montati sulle linee di autobus dell'azienda ha testimoniato: «Il biometano rappresenta una soluzione chiara per una mobilità sostenibile e supportata da fonti rinnovabili. CNH Industrial promuove da tempo l'uso del biometano, che apporta benefici sia in termini ambientali che economici. Iveco ed Iveco Bus propongono una gamma di veicoli a gas naturale che possono già essere alimentati a biometano. Al momento attuale, la nostra Società ha venduto più di 24.000 motori a gas naturale e 14.000 veicoli commerciali alimentati allo stesso modo».

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo