Technogym dona 650 mila pasti ai bambini malnutriti

Technogym e WFP insieme per dire 'Fame Zero', grazie a una App che registra il movimento degli sportivi

    icona css3menu.com    icona css3menu.com

Technogym dona 650 mila pasti ai bambini malnutriti. Il Fondatore di Technogym Nerio Alessandrini e il Presidente del WFP Italia l'Ambasciatore Giovanni Castellaneta. Le giovani sportive celebrano l'iniziativa Let's Move & Donate Food.

All'appello mondiale lanciato dal Segretario generale dell'ONU Ban Ki-Moon "Sfida Fame Zero", la Technogym ha risposto donando 650.000 pasti ai bambini tutelati dal World Food Programme. Ad annunciarlo il Fondatore di Technogym Nerio Alessandrini, il 16 ottobre Giornata Mondiale dell'Alimentazione. Giorno significativo per Expo 2015, che ha visto celebrarsi un momento molto importante e storico, al mattino, con la presenza di Sergio Mattarella Presidente della Repubblica e Ban Ki-Moon Segretario Generale ONU.

    I 650.000 pasti donati da Technogym sono frutto di un particolare progetto chiamato "Let's Move & Donate Food". L'iniziativa è partita da Expo 2015, dove la società ha un padiglione come partner Wellness. Grazie a una speciale App installata sugli attrezzi Technogym e sugli smartphone, è stato possibile misurare il proprio movimento: sia sugli attrezzi, sia camminando all'interno del parco Expo.

    Nei 6 mesi di Expo sono stati coinvolti anche appassionati, palestre e centri sportivi di tutto il mondo, che hanno potuto donare i MOVEs attraverso la rete internet, contribuendo all'iniziativa.

    Quasi 50.000 le persone coinvolte nella campagna sociale, totalizzando 650 milioni di MOVEs, corrispondenti a 300 milioni di calorie bruciate e 41.000kg persi.

Esercizio fisico e sociale, insieme contro la fame

Con l'iniziativa messa in campo dalla Technogym è stato possibile dimostrare che l'esercizio fisico può assumere un valore sociale e contribuire a risolvere i problemi gravi dell'umanità. Lo sport e la tecnologia al servizio di una grande causa, a favore dei bambini e del WFP, il quale dona la speranza di una vita migliore a milioni di bambini, che sono la generazione futura, una generazione finalmente libera dalla fame.

La tecnologia in campo

La tecnologia informatica e sportiva messa in campo da Technogym è un sistema integrato denominato Technogym Ecosystem. La prima piattaforma mondiale che integra attrezzi sportivi e una piattaforma cloud per la gestione dell'esercizio fisico, connessi mediante la rete internet. I MOVEs usati dall'azienda italiana, sono una unità di misura appositamente coniata per misurare il movimento.

La parola ai Presidenti

All'evento erano presenti alcuni gruppi di giovani sportivi, che hanno posato con il Presidente e Fondatore di Technogym Nerio Alessandrini, che ai giornalisti ha dichiarato: «A livello globale assistiamo ad un grande paradosso, da un lato quasi 2 miliardi di persone sono obese o in sovrappeso, dall'altro 800 milioni di persone sono malnutrite. L'obiettivo della nostra campagna è di incidere concretamente su entrambi i problemi, promuovendo al tempo stesso l'attività fisica e lotta alla malnutrizione».

    Ai festeggiamenti era presente anche il Presidente del WFP Italia l'Ambasciatore Giovanni Castellaneta, il quale ha affermato: «I risultati raggiunti grazie alla partnership con Technogym dimostrano come si possono aiutare concretamente i bambini e le loro famiglie nei Paesi più poveri del mondo. Nella lotta contro la fame, i pasti a scuola del WFP sono un investimento sicuro per il futuro delle prossime generazioni. Ringraziamo Technogym per aver fortemente voluto questa iniziativa e ci auguriamo di lavorare ancora insieme per sostenere i progetti del WFP».

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo