Premiati i Padiglioni Expo più amici dell'ambiente

Una sfida tra Paesi e Partners Expo 2015 per premiare i più virtuosi e sostenibili

    icona css3menu.com    icona css3menu.com

padiglione Cile
Foto Expo 2015/Daniele Mascolo.

Il primo ottobre 2015, presso l'Open Plaza - Expo Centre di Expo Milano 2015, sono stati premiati tutti i padiglioni e aziende partecipanti a Expo Milano 2015, per le loro pratiche sostenibili adottate durante i sei mesi di Esposizione Universale.

    Il progetto "Towards a Sustainable Expo - A legacy for sustainability" è stato ideato dal Ministero dell'Ambiente in collaborazione con Expo 2015 spa. Il programma ha inteso stimolare e valorizzare l'adozione di soluzioni amiche dell'ambiente, da parte delle nazioni e aziende partecipanti all'Esposizione Universale, attraverso una virtuosa competizione basata su quattro categorie di sostenibilità: Design&Material, Food&Beverage, Green Procurement, Other Initiatives. Nello specifico esse hanno riguardato l'architettura, il Food&Beverage, gli allestimenti, gli imballaggi, i Prodotti di merchandising, l'organizzazione di eventi e altre iniziative eco-friendly.

    Le varie nazioni e aziende partecipanti, si sono sfidate su efficientamento dei consumi energetici e idrici, utilizzo di fonti rinnovabili per alimentare il padiglione, impiego di materiali riciclabili per il riuso dei padiglioni.

I partecipanti

Al programma "Towards a Sustainable Expo" hanno partecipato su base volontaria 39 soggetti, tra Paesi e Aziende partners, le quali hanno presentato 82 progetti di sostenibilità.

    Per la categoria Design&Material, 32 partecipanti di cui 21 paesi e 11 partners; per la categoria Food&Beverage 12 partecipanti, di cui 7 paesi e 6 partners; per la terza categoria Green Procurement, 14 partecipanti, di cui 4 paesi e 10 partners; quarta categoria Other Initiatives 21 partecipanti, di cui 10 paesi e 11 partners.

L'assegnazione dei titoli

Alla cerimonia dei premi erano presenti il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, Il Commissario Unico Expo 2015 Giuseppe Sala, il Direttore UNEP per la regione europea Jan Dusik e il sindaco di Monza Roberto Scanagatti.

    Il progetto non si è esaurito in una premiazione conclusiva. Esso è un programma che getta le basi per nuove politiche di sostenibilità ambientale all'interno delle prossime Esposizioni, come ha ricordato Giuseppe Sala: «Expo Milano 2015 è stata riconosciuta come esempio di sostenibilità. Siamo fieri del fatto che le prossime esposizioni universali possano sviluppare gli stessi principi di sostenibilità, partendo da quanto abbiamo saputo fare qui a Milano».

    Mentre del vero successo di Expo, ne parla il Ministro Galletti: «Il successo di una Esposizione Universale non può essere misurato solo attraverso le presenze di visitatori, peraltro molto lusinghieri. Il vero successo si misura sui valori che verranno lasciati ai posteri, come quello di rispettare l'ambiente, sviluppando concetti di sostenibilità ambientale che fanno di questa Expo l'esempio per l'organizzazione di futuri grandi eventi».

    Il Direttore UNEP Dusik, guarda già a Dubai 2020: «Spero che anche Dubai 2020 possa affrontare con lo stesso spirito la sua Esposizione. Vogliamo che questa esperienza continui a vivere nelle Expo future».

I vincitori

Vi riportiamo i "Leaders", Paesi e Partners Expo Milano 2015, che hanno vinto la competizione e che hanno ricevuto il riconoscimento "Towards a Sustainable Expo":

  • Categoria 1 - Design&Material:
    • 6 Leaders: Austria, Brasile, Monaco, Coca-Cola, New Holland Agriculture, Save the Children.

    • 5 Menzioni speciali: Azerbaijan, Bahrain, Belgio, Israele, Intesa Sanpaolo.

  • Categoria 2 - Food&Beverage:
    • 5 Leaders: Cile, Francia, Coop, CIR Food, Lavazza.

  • Categoria 3 - Green Procurement:
    • 4 Leaders: Cile, Lavazza, Carlsberg, Coca Cola.

    • 2 Menzioni speciali: illycaffè, Coop.

  • Categoria 4 - Other Initiatives:
    • 6 Leaders: Cile, Belgio, Lituania, WAA-AMIA-CONAF, Fondazione Triulza, Coop.

    • 2 Menzioni speciali: Monaco, China Vanke Group.

Presentato il Report di sostenibilità Expo 2015

Durante la premiazione è stato presentato anche il terzo report di sostenibilità Expo 2015 spa, insieme al progetto Expo+, l'originale applicazione dedicata alle soluzioni green adottate dalle nazioni e organizzazioni partecipanti.

    Expo+ è stata realizzata con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e sviluppata in collaborazione con TIM, dagli studenti di Accademia+ e con il supporto di Sap.

    Il report ha mostrato i risultati positivi raggiunti dall'accordo di collaborazione tra il Ministero dell'Ambiente e Expo 2015 spa, sottoscritto nel 2013. Un accordo riguardante la contabilizzazione, mitigazione e neutralizzazione delle emissioni di CO2 legate all'organizzazione e svolgimento dell'Esposizione Universale.

    L'accordo è servito a scambiare buone pratiche sul tema della sostenibilità e per la messa a punto di metodologie per la misurazione delle emissioni di CO2. Grazie all'accordo si è potuto promuovere una strategia comune, volta a realizzare strutture temporanee, padiglioni e cluster, sostenibili per l'ambiente.

    Tali buone pratiche vanno a formare la legacy positiva di Expo Milano 2015, che potrà essere punto di riferimento per i futuri eventi di portata internazionale.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo