Expo 2015 raccoglie la sua storia per il Centenario del 2115

Un originalissimo progetto di raccolta d'oggetti per formare la storia di Expo 2015 da lasciare ai posteri

    icona css3menu.com  icona css3menu.com

#EXPO2015plus100 Archivio


Expo Milano 2015 pensa già al suo centenario con l'originale iniziativa "EXPO 2015+100 Archivio". Una raccolta di oggetti dell'Esposizione Universale in corso, donati da quanti vi lavorano e dai visitatori, per formare la memoria storica del centenario di Expo Milano 2015 che verrà celebrato nel 2115.

    Una semplice trovata promozionale per attrarre ulteriormente l'attenzione su Milano?

    In realtà l'idea è di un americano, certo Urso Chappell graphic designer e collaboratore del Social Media team di Expo Milano 2015. Chappell è di San Francisco e coincidenza vuole che proprio quest'anno, la sua città natale, stia festeggiando i 100 anni dall'Esposizione Universale San Francisco 1915.

    Quindi il progetto ha una finalità storica. Raccogliere oggi, volontariamente, del materiale legato all'Expo di Milano per conservarlo e consegnarlo alle generazioni future: studenti, storici, persone comuni che fra 100 anni festeggeranno il centenario e potranno vedere esposte in qualche mostra, i "reperti" storici raccolti con questa iniziativa.

Le date della raccolta materiali

Gli oggetti sono già in fase di raccolta dal 5 di luglio, secondo un calendario stabilito. Il 5 luglio è toccato alle delegazioni straniere donare il loro materiale presso l'Expo Village. Il 7 luglio alle 20.30 è toccato ai volontari che terminano la loro esperienza nel Sito Espositivo, lasciare un oggetto significativo legato all'Esposizione. L'8 luglio è la giornata del Social Media Team. Mentre i visitatori potranno lasciare il loro contributo all'iniziativa storica, il 10 luglio dalle ore 18.00 alle 23.00, presso Casa Corriere.

Come funziona?

Chi intende partecipare all'iniziativa di carattere storico, deve donare un oggetto significativo per se stesso che sia legato all'Expo Milano 2015. Può essere una brochures, un souvenirs, un gadget regalato in un padiglione, note scritte a mano, il biglietto della metro, il biglietto ferroviario per raggiungere la stazione Rho Fiera Milano Expo 2015. Saranno bene accetti, abiti da cerimonia, packaging di cibo e tutto ciò che la fantasia potrà sprigionare.

    Non basta. Alla persona che intende lasciare un ricordo alle future generazioni, è chiesto di compilare una cartolina con le sue generalità e che contenga una memoria scritta. Perché lascia quell'oggetto, il significato e la storia che legano l'oggetto alla sua esperienza nel Sito Espositivo. L'iniziativa è rivolta ai visitatori di qualsiasi lingua, per poter avere una ricostruzione al 100% realistica di Expo Milano 2015.

    A completamento della piccola donazione, viene richiesto di condividere una foto dell'oggetto donato, sul profilo del proprio social network con l'hashtag #Expo2015plus100. Questo il sito internet di riferimento: www.expo2015plus100.org. Ovviamente i visitatori sono attesi per il loro lascito alle future generazioni.

Le prime donazioni

Il Padiglione del Qatar ha lasciato in dono un kit di oggetti appartenenti alla tradizione del paese: piccoli souvenirs realizzati a mano. La Regione Basilicata ha donato un comic book dedicato all'Esposizione 2015. La Sicilia ha lasciato la brochure disponibile per i visitatori. Il Padiglione della Santa Sede ha lasciato alle generazioni del 2115, dei magneti di Papa Francesco.

    Tutti questi oggetti, con quelli che lasceranno i visitatori, verranno conservati a Fresno, in California, nella Collezione internazionale delle Esposizioni e delle Fiere di Donald G. Larson dell'Università di Fresno.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo