Scatti della mostra 'Il Tesoro d'Italia' di Sgarbi

Una mostra dedicata alla biodiversità delle regioni italiane. 350 opere di artisti solo italiani

La mostra Il Tesoro d'Italia. Curata da Vittorio Sgarbi. La trovate nel Padiglione Eataly. Le opere provengono da tutta Italia e rappresentano le Regioni italiane. 4 le sezioni della mostra. Le opere vanno dal 1300 a oggi.
    icona css3menu.com  icona css3menu.com

Vittorio Sgarbi è riuscito a realizzare una grande mostra d'arte dedicata all'Italia e alle sue Regioni, che riunisce in un solo luogo 350 opere d'arte. Alcune anche poco conosciute ma di inestimabile valore e di interessante bellezza artistica. 4 Sezioni dedicate alla fotografia, alla scultura, alle opere contemporanee e ai dipinti dal 1300 a oggi.

    La mostra si chiama "Il Tesoro d'Italia" ed è visitabile fino a fine Expo 2015 presso il Padiglione Eataly. Tra i visitatori d'eccezione della mostra Silvio Berlusconi, che ha voluto accettare l'invito di Sgarbi a visitare il risultato del suo progetto.

    La mostra celebra la biodiversità italiana da un punto di vista artistico e come gli artisti hanno visto e vissuto l'Italia e i suo paesaggi, le campagne, il cibo e i prodotti della terra.

    Tra gli artisti esposti trovano collocazione Agostino da Lodi, Renato Guttuso, Giovanni da Nola, Ludovico Carracci. Ma anche artisti viventi di fama internazionale come Piero Guccione, Giuseppe Gallo, Pizzi Cannella, Enzo Cucchi, Andrea Martinelli, Enrico Castellani, Carol Rama e Giò Pomodoro. Come si può notare tutti rigorosamente italiani.

    Ad aiutare Sgarbi, in quella che lui stesso ha definito come un'operazione folle, Francesco Scoppola Direttore Generale delle Belle Arti e Paesaggi del Ministero, per l'ottenimento delle autorizzazioni di alcune opere.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo