Giornata Internazionale della Dieta Mediterranea

Ad Expo Milano 2015 una settimana di eventi presso il Cluster Bio-Mediterraneo per famiglie e bambini

    icona css3menu.com    icona css3menu.com

Degustazioni organizzati da città di Pollica, Agerola e Pompei

Il 18 settembre è la Giornata Internazionale della Dieta Mediterranea, ed Expo 2015 gli ha dedicato una intera settimana di eventi e incontri di approfondimento, per far conoscere ancora meglio a tutto il mondo la Dieta Mediterranea. Dichiarata dall'UNESCO Patrimonio Immateriale Culturale dell'Umanità il 17 novembre 2010, non solo per i cibi, ma per tutta quella ricchezza culturale che viene sintetizzata nella parola dieta, ovvero, stile di vita. Un patrimonio non solo italiano, che abbraccia tutti i Paesi che affacciano sul Mar Mediterraneo.

Gli eventi

Il Forum Internazionale della Dieta Mediterranea e l'Università la Sapienza di Roma, hanno organizzato un'intera giornata di Convegno, dalle 10.00 alle 20.30, presso il Padiglione dell'Unione Europea che culminerà in una cena di gala presso Palazzo Italia.

    Si parla di patrimonio agro-alimentare, dei Paesi della Dieta Mediterranea, della Carta dei valori della Dieta Mediterranea.

    I relatori provengono dalle nazioni appartenenti al Mediterraneo: Spagna, Cipro, Croazia, Marocco e naturalmente tanta Italia. Al termine della giornata, il Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina concluderà la giornata con il suo intervento.

    Il 19 settembre, presso il Cluster del Bio-Mediterraneo, che della settimana dedicata alla Dieta Mediterranea è il centro degli eventi, verrà firmata la "Dichiarazione sulla Dieta Mediterranea".

    Domenica 20 settembre il Cluster Bio-Mediterraneo ospita workshop, laboratori, corsi di pittura ed iniziative culinarie per famiglie, bambini e ragazzi. La giornata inizia alle 10.30 per terminare alle 17.30.

La Dieta Mediterranea

Per ottenere il prestigioso riconoscimento di patrimonio dell'umanità, alla Dieta Mediterranea non bastava presentare i meravigliosi piatti di antica tradizione che hanno cresciuto generazioni e generazioni di popoli del Mediterraneo. La Dieta Mediterranea ha mostrato quello che è: un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni, che includono il paesaggio e la tavola, le colture, la raccolta, la pesca, la conservazione, la trasformazione dei cibi, la preparazione e il consumo di cibo.

    La Dieta Mediterranea è un modello di vita nutrizionale che il trascorrere del tempo non ha saputo alterare. Essa si basa principalmente sull'olio d'oliva, cereali, frutta fresca di stagione, verdure, pesce, latticini e carne. Non sono esclusi i condimenti e le spezie, il vino. Una dieta completa che non esclude nulla. E solo questo stile di vita è Dieta Mediterranea, altri moderni stili di vita che non comprendono tutti questi cibi hanno un altro nome, ma non possono minimamente fregiarsi del titolo di Dieta Mediterranea.

    La Dieta Mediterranea è anche rapporti sociali, quelli generati dal pasto in comune, seduti intorno alla stessa tavola. Essa include canzoni, racconti, massime e leggende. Non c'è Dieta Mediterranea senza rispetto per il territorio e la biodiversità.

    La Dieta Mediterranea include le tradizioni e i mestieri delle comunità, dalla Soria in Spagna a Koroni in Grecia, al Cilento in Italia fino a toccare le coste nord africane di Chefchaouen in Marocco. (Fonte: Unesco.it)

    Una ricchezza internazionale dunque, che unisce popoli di diversa nazionalità: Patrimonio da non sperperare.

I Paesi della Dieta Mediterranea

La dieta Mediterranea ha un suo Network Internazionale composto da Italia, Grecia, Croazia, Spagna, Marocco, Cipro, Portogallo. Il progetto di valorizzazione ha un sito internet al quale si può fare riferimento per notizie sugli eventi e per approfondire la conoscenza della Dieta Mediterranea: www.mediterraneandietunesco.net.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo