Le scuole italiane parteciperanno a Expo 2015

Dopo il progetto pilota nelle scuole di Monza parte il "Progetto scuola" a livello nazionale

    icona css3menu.com  icona css3menu.com
Logo del Progetto Scuola per l'Expo


Il ministero dell'istruzione già da tempo prepara gli alunni delle scuole italiane all'evento Expo 2015 con un progetto pilota che si è svolto nel 2013 nelle scuole di Monza.

    Gli alunni di tutti i gradi d'istruzione hanno potuto partecipare a un concorso di idee per progetti multimediali, che avessero come tema l'Expo. L'iter pilota si è concluso il 18 dicembre 2013 con la premiazione dei progetti vincitori.

    Terminata la fase sperimentale, a Roma, il 26 marzo 2014, il Ministro dell'istruzione Stefania Giannini ha presentato il "Progetto scuola di Expo Milano 2015", alla presenza del Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina e Giuseppe Sala Commissario unico di Expo 2015 spa.

    Il progetto coinvolgerà le scuole italiane dall'infanzia alle primarie, passando per le superiori fino a toccare gli studenti universitari con programmi specifici per ogni grado d'istruzione.

Progetto scuola di Expo Milano 2015

Il Progetto scuola sposa il tema "Nutrire il pianeta, Energia per la vita" e si declina in 4 fasi specifiche che vanno a formare un percorso per lo studente. I nostri figli apprenderanno gli elementi per una sana e corretta alimentazione, impareranno a usare bene l'energia e potranno contribuire con le loro idee a rendere migliore loro stessi e la società che li circonda.

    Anzitutto l'Expo entrerà nelle scuole per farsi conoscere con la fase Expo in School. Apprese le basi di conoscenza di quel che sarà l'evento, saranno gli studenti con i loro insegnanti e il coinvolgimento delle famiglie, a costruire l' Expo attraverso concorsi e progetti nella fase School for Expo. Durante il periodo di apertura, da maggio a ottobre 2015, gli studenti passeranno alla fase esplorativa dell'Expo prendendovi parte fisicamente o virtualmente, per conoscere e fare esperienza in prima persona dell'Esposizione Universale: sarà la fase School in Expo. Il lascito di questa esperienza, per le scuole italiane coinvolte, sarà l'innovazione. Parola chiave per l'Italia che si vuole lasciare come luce accesa nelle menti delle giovani generazioni, perché siano capaci di costruire una Italia che mantiene il passo: l'Innovazione per la Scuola ultima fase.

Realizzazione del Progetto scuola

La realizzazione concreta del programma di preparazione a Expo 2015 si divide in 5 linee guida.

1) Concorsi di idee e progetti didattici su Expo 2015.

    Sarà indetto un concorso nazionale per il "reclutamento di idee" che realizzino percorsi didattici multidisciplinari per gli ambiti: educazione all'alimentazione sana e sicura, scienza e tecnologia per la sicurezza alimentare, biodiversità, cibo e cultura, cooperazione e sviluppo.

2) Piattaforma web "Progetto scuola".

    Tutti i lavori realizzati dagli studenti saranno messi a disposizione della collettività grazie al portale web appositamente realizzato dal MIUR ed Expo 2015 spa, raggiungibile all'indirizzo www.progettoscuola.expo2015.org.

3) Partecipazione delle scuole a Expo.

    Il Ministero dell'Istruzione, attraverso il Dipartimento dell'Istruzione, ha già emanato delle linee guida per la preparazione all'evento internazionale, ed è previsto uno sforzo comune tra Ministero e Scuole per far sì che gli studenti possano partecipare ad Expo 2015 nel periodo Maggio - Ottobre 2015. Sia come visitatori, insieme a insegnanti e famiglie, ma anche come volontari. Infatti per quei mesi serviranno circa 30.000 giovani per accogliere i 20 milioni di visitatori previsti.

4) Percorsi e spazi dedicati in Expo.

    Verranno allestiti spazi e percorsi dedicati agli studenti per favorire la loro esperienza all'interno del sito espositivo. In particolare il Padiglione Italia avrà degli spazi per lo svolgimento delle attività didattiche delle scuole in visita.

5) Gemellaggi internazionali e scambi culturali.

    In particolar modo per le Università, è previsto il gemellaggio e lo scambio culturale con Università straniere.

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo