Padiglione Italia: architettura, concept, percorsi tematici

Tutto ciò che c'è da sapere sul Cardo e Palazzo Italia, la "casa degli italiani" all'Expo Milano 2015

    icona css3menu.com  icona css3menu.com

Palazzo Italia visto dall'alto Prospettiva Lake Arena per Palazzo Italia Un'altra affascinante prospettiva Palazzo Italia by night

Scarica la mappa con itinerari del Sito Espositivo

Menu: Il Cardo e il Grand Tour - Padiglione Italia - Palazzo Italia - "Vivaio Italia": il concept - I progettisti - I numeri di Padiglione Italia

L'Italia padrona di casa alla prossima Esposizione Universale, occupa all'interno del Sito espositivo un ampio spazio collocato lungo la via del Cardo, che incontra perpendicolarmente la via del Decumano incrociandola da nord a sud. Migliaia di metri quadrati di spazio dedicati alle eccellenze nel settore alimentare, agricolo, viti vinicolo e delle tecnologie applicate a questi settori e al settore dell'energia.

    Un grande progetto di promozione dell'Italia e del suo sistema imprenditoriale, una vetrina da occupare per il rilancio del nostro saper fare e dell'occupazione, tema così scottante da non far dormire la notte.

    Visitando Expo Milano 2015 non si potrà fare a meno di passeggiare lungo i 350 metri del Cardo per scoprire il Padiglione Italia e Palazzo Italia.

Arrow up

Il Cardo e il "Grand Tour"

Il Cardo è un unico grande percorso al cui interno si sviluppano tanti altri temi e percorsi. Progettato con ampie piazze verdi alternate agli edifici, esso non annoia la vista di chi lo percorre, reinterpretando i paesaggi urbanistici dei borghi italiani.

    Il Cardo reinterpreta il Grand-Tour intrapreso da tanti intellettuali e artisti europei che facevano tappa in Italia per apprendere la genesi della cultura e dell'arte nel nostro Continente.

    Sei "fermate artistiche" compongono il percorso lungo la via, si tratta di opere disegnate da Dante Ferretti. Una serie di 6 mosaici raffiguranti una ricetta della cultura culinaria italiana.

    Una grande scultura raffigurante la bocca di un uomo ci accoglierà a sud prima di entrare nella zona espositiva de il "Cibo dei desideri".

Arrow up

Padiglione Italia

A dispetto degli altri padiglioni posti lungo il Decumano, Padiglione Italia occupa il Cardo, la via più "corta" del sito espositivo. A differenza degli altri partecipanti il nostro riempie l'intera via per un totale di oltre 14'600mq escluso Palazzo Italia e le piazze.

    Padiglione Italia è un insieme di più costruzioni dedicate, suddiviso in quattro lotti. Gli edifici sono realizzati con materiali eco compatibili e al termine dell'Expo verranno smontati e potranno essere rimontati altrove.

Pianta Padiglione Italia

Estensione di Padiglione Italia

Come si nota dall'immagine qui sopra, Padiglione Italia segue il Cardo, da Lake Arena a nord, forma piazza Italia intersecando il Decumano, all'Open Air Theatre posto a sud. Un enorme complesso di strutture, in cui sono ospiti le Regioni italiane, le rappresentanze delle industrie italiane: Confindustria, Coldiretti. Spazi espositivi in cui tutta l'Italia può identificarsi.

Gli spazi espositivi

Partendo dalla piazza d'acqua (Lake Arena), di fronte Palazzo Italia troviamo il lotto di spazi espositivi riservati all'Unione Europea. I lotti di rappresentanza dell'UE sono stati disposti in quel luogo per significare la stretta unione tra Italia e comunità europea e per esaltare l'importanza che il nostro paese riserva al processo di unificazione dell'Europa.

I lotti di Padiglione Italia

Abbiamo poi gli spazi espositivi del vino, posti poco sotto la UE, occuperanno circa 2000 mq, la cui gestione è già da tempo ufficialmente assegnata a Vinitaly, la più importante rassegna fieristica sull'eccellenza del vito italiano che ogni anno si svolge alla Fiera di Verona.

    Le Regioni italiane e i Comuni, occuperanno uno spazio dedicato posto sotto Palazzo Italia. Per ogni Ente è previsto uno spazio in base alla richiesta e al progetto presentato. Un luogo istituzionale per mostrare al mondo la varietà e la ricchezza del nostro territorio.

    Oltre Piazza Italia troviamo gli spazi affidati a Coldiretti e alle filiere dell'agroalimentare italiano, i quali parteciperanno ufficialmente all'Expo grazie al protocollo di partecipazione sottoscritto con il Ministero delle politiche agricole. Numerosi i progetti previsti, come il "Progetto Start-up" riservato a nuove aziende che potranno far conoscere le loro innovazioni nel campo agroalimentare durante il periodo espositivo.

    Di fronte abbiamo gli spazi espositivi dedicati a Cibo dei desideri, un percorso ideato dal Museo della scienza e della tecnica di Milano in collaborazione con Confindustria: l'installazione approfondisce il rapporto tra «cibo-alimentazione-salute-benessere».

Arrow up

Palazzo Italia

Visione d'insieme di Palazzo Italia    Palazzo Italia, posto a nord ovest lungo il Cardo, la sua imponente figura architettonica affaccia su Lake Arena e sulla strada principale del Cardo. Eletto luogo di rappresentanza dell'Italia, ospiterà tutti gli eventi istituzionali del Governo italiano durante i sei mesi di Esposizione.

    Una struttura architettonica superba che richiama una foresta di alberi. L'edificio permette uno scambio naturale di energia con l'esterno. Infatti la vetrata superiore che copre la piazza centrale di Palazzo Italia è composta di pannelli fotovoltaici speciali, capaci di catturare l'energia solare per trasformarla in energia e di lasciar passare la luce del sole per illuminare l'interno, con conseguente risparmio energetico.

    La ramificazione esterna dell'edificio è composta di pannelli in cemento biodinamico, uno speciale cemento acchiappa smog ideato da Italcementi.

    La piazza interna è il punto di partenza verso i percorsi tematici sviluppati sui tre piani dell'edificio, il cui concept è il "vivaio". Direttore artistico di Palazzo Italia e del Padiglione è Marco Balich.

Arrow up

"Vivaio Italia": il Concept

L'Italia ha scelto di interpretare il tema "Nutrire il pianeta, Energia per la vita", pensando all'Italia stessa come un "Vivaio". Il vivaio in ambito agricolo è il luogo dove si fanno crescere le nuove piantine partendo dal seme. Il seme in questo caso sono le nuove generazioni, i giovani italiani che vanno sostenuti all'interno di una realtà positiva capace di coinvolgerli e renderli parte attiva e costruttiva della futura società italiana.

    "Vivaio Italia" sarà un percorso in cui il visitatore si ritroverà coinvolto personalmente, non un luogo spiegato da altri e vissuto passivamente. Un luogo di stimolo dove fare memoria e proiettarsi verso il futuro con nuove idee.

    Il Concept seguirà quattro linee principali definite potenze, individuate in un progetto delle Regioni italiane cui si è affiancato il sociologo De Rita e dell'antropologo Bonomi, studiosi di sviluppi sociali locali e territoriali.

  • Potenza del saper fare: uno spettacolo interattivo narrerà ai visitatori ciò che le donne e gli uomini d'Italia fanno quotidianamente per rendere la terra fertile e produttiva.

  • Potenza della bellezza: L'Italia è ricca di bellezza culturale e artistica, allo stesso tempo storica. Il percorso presenterà i paesaggi italiani, il turismo.

  • Potenza del limite: una sezione per raccontare la storia personale d'italiani capaci di superare le avversità e di dare al paese un futuro migliore, grazie alle loro idee.

  • Potenza del futuro: Una serra vera, dove i semi presenti racconteranno la biodiversità vegetale del territorio italiano.

Una struttura luminosa e accogliente

Palazzo Italia: ad ogni piano un tema

Al piano terra accoglie il visitatore l'arte contemporanea italiana che reinterpreta il rapporto tra l'uomo e il cibo. Alcuni monitor terranno in contatto l'Expo con i principali mercati italiani: Vucciria di Palermo, Rialto a Venezia, Campo dei fiori a Roma. A significare il rapporto tra Expo e territorio.

    Al primo piano siamo accolti da una serie di sculture di uomini e donne che prendono vita grazie ad effetti audio e video, per raccontarci la potenza del saper fare italiano.

    Al secondo piano siamo "accolti" da un bombardamento mediatico in cui i telegiornali ci annunciano grandi disastri ambientali: una riflessione. Segue un'esperienza unica all'interno dei panorami e paesaggi italiani. In fondo al percorso un plastico del Mediterraneo lancia una provocazione: cosa sarebbe il mondo senza l'Italia (The world without Italy)? Una serie di interviste a personaggi della cultura internazionale ci spiegano l'importanza del nostro paese. Questo è il piano che racconta la potenza della bellezza.

    Il terzo piano accoglie due potenze. La potenza del futuro racconta la biodiversità italiana e il futuro dell'Italia nell'ambito della compatibilità ambientale degli italiani con l'habitat. La potenza del limite, in cui l'uomo si confronta con gli ostacoli per stimolare la creatività e superarli nel rispetto della natura. Ologrammi e cortometraggi narreranno le storie di uomini-eroi capaci di affrontare in modo originale i problemi. Questo piano conclude la visita al Padiglione Italia da un punto di vista della «risposta italiana ai quesiti posti da EXPO 2015».

L'albero della vita

L'Albero della Vita è una struttura architettonica composta di legno e acciaio posta al centro del Lake Arena: fa parte del concept Vivaio Italia e simboleggia visivamente i frutti buoni dell'Italia agli occhi del mondo. La struttura, ideata ispirandosi al pavimento del Campidoglio di Michelangelo, è capace di interagire con i visitatori mediante una App e ad ogni ora regala spettacoli di luce diversi. Guarda il video delle fasi di montaggio.

Sezione di Palazzo Italia

Arrow up

I progettisti

Il team di Padiglione Italia, si compone di varie società creatrici degli spazi dedicati all'Italia. Si tratta di architetti, ingegneri, tecnici ambientali ed esperti nel risparmio energetico in ambito edile. Tutte queste aziende hanno al loro attivo importanti progetti nazionali e internazionali. Il loro progetto ha vinto una gara internazionale indetta da Expo Milano 2015 spa nell'aprile 2013.

    Nemesi & Partners srl è una società di architettura con servizi integrati, guidata dal Direttore creativo Michele Molè e Susanna Tradati.

   Proger spa è una società specializzata nel campo dell'ingegneria civile ed edilizia, esperta nella progettazione di infrastrutture e sistemi di trasporto, in prevalenza nel settore Oil&Gas ed Energia.

    BMS Progetti srl è esperta nel campo delle strutture, dell'architettura e degli impianti, sia di livello nazionale che internazionale.

Prof. Livio De Santoli è ordinario di Fisica tecnica ambientale presso La Sapienza di Roma, ed Energy Manager dello stesso Ateneo.

Arrow up

I numeri di Padiglione Italia

In quest'ultima sezione vi lasciamo con qualche numero¹ sulle dimensioni di Padiglione Italia e di Palazzo Italia, partendo dai dati degli edifici presenti lungo il Cardo.

  • Cardo:

    • Superficie Lorda Pavimentata complessiva (spazi coperti, include spazi di distribuzione, scale, etc.): 14.600mq

    • Superficie all’aperto (terrazze e piazzette): 2.350 mq

    • Spazi espositivi: 4.600 mq

    • Spazi eventi e terrazze 1.685 mq

    • Spazi uffici: 1.300 mq

    • Spazi per la ristorazione: 480 mq

    • Piazzette tematiche: 1.200 mq

  • Palazzo Italia:

    • Dimensioni: Larghezza 57,5mt x Lunghezza 57,5 mt x Altezza 25 mt

    • Superficie Lorda Pavimentata complessiva (include spazi di distribuzione, scale, etc.): 13.275mq

    • Piazza Interna: 1000 mq

    • Bookshop: 150 mq

    • Aree espositive: 2980 mq

    • Uffici: 1250 mq

    • Auditorium: 260 mq

    • Ristorante: 360 mq

    • Eventi Terrazza: 520 mq

Concepito come un borgo italiano

Fabio Carbone


NOTE:
¹: I dati sono tratti dalla scheda redatta a cura de "Padiglione Italia Expo Milano 2015", presente sul sito www.padiglioneitaliaexpo2015.com.

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo