Il Padiglione austriaco a Expo 2015

"Breathe.Austria", l'aria pura austriaca a Milano con un progetto avveniristico: il bosco austriaco

    icona css3menu.com  icona css3menu.com
Breathe.Austria. Respira.Austria

L'Austria ha posato, il 9 aprile 2014 a Milano, la prima pietra del suo Padiglione Breathe.Austria (Respira Austria). Si baserà sul rapporto tra uomo e aria, energia e vita. Il governo austriaco, con il suo progetto, intende sviluppare la seconda parte del tema Expo 2015: "Energia per la vita".

    Per la realizzazione del progetto è stato indetto un concorso europeo a cui hanno partecipato ben 56 gruppi di creativi. Al termine, una giuria composta da sette esperti, ha scelto il progetto che più si addiceva all'idea di padiglione con cui l'Austria intendeva presentarsi a Milano. A vincere il concorso è stato il team del prof. Klaus K. Loenhart —architetto e paesaggista—, con tecnici del Politecnico di Graz e dell'Università di Scienze Agrarie di Vienna.

Ricostruzione progettuale del Padiglione breathe.austria

Il concept del Padiglione

L'aria è stata scelta come elemento fondamentale per l'uomo e per l'interesse che suscita a livello internazionale, lo stato d'inquinamento. L'Austria pone al centro del dibattito l'aria per mostrare a tutti, l'importanza che nel paese rivolgono a questo elemento, che rispettano tantissimo. Grazie alla cura delle foreste e all'impegno nell'innovazione tecnologica green, l'Austria vanta una qualità dell'aria da emulare.

    Il padiglione è stato concepito perché sia capace di "produrre aria" pulita per 1.800 persone ogni ora: aria come bene comune, questo è l'intento del progetto.

Interno del Padiglione Aria pulita

Struttura architettonica e allestimento del Padiglione austriaco

L'architettura

Il padiglione Breathe.Austria, occupa 560mq all'interno del sito Expo 2015. Si tratta di un piccolo polmone fittamente piantumato, cioè un piccolo bosco austriaco, nel cuore dell'Esposizione Universale.

    Gli organizzatori hanno piantato un bosco vero e non finto! Un vero e proprio micro clima o riproduzione di un eco sistema vegetativo, se vogliamo. Capace di produrre 62,5Kg di ossigeno ora, pari al respiro di 1.800 persone in un'ora, grazie ai 43.200mq di superficie fogliare prevista.

    Il clima fresco dell'Austria viene riprodotto tecnicamente all'interno del bosco con procedimenti naturali, senza ausilio di climatizzazione artificiale. Riducendo così, i consumi energetici della costruzione.

Allestimento

L'allestimento "Aria e clima nel 21° secolo", vuole focalizzare l'attenzione del visitatore sulla possibilità di far coesistere e di integrare la natura con l'aspetto urbano delle nostre città. Punta al miglioramento delle nostre città "iper-urbanizzate" e violentate dall'inquinamento atmosferico, proponendo nuove soluzioni tecnologiche all'avanguardia. Tutto ciò grazie a una nuova visione urbana, alla creatività artistica, capace di rendere più belli i nostri habitat cittadini, con l'ausilio della ricerca tecnologica applicata al campo dell'ecologia.

    Negli spazi interni troveremo un luft-bar (bar aria), dove potremo assaggiare la cucina austriaca. Mentre nello shop sarà possibile acquistare i prodotti tipici e di alta qualità delle regioni austriache.

    Un'area VIP-Lounge è riservata agli incontri istituzionali, con i partner business e per l'organizzazione di eventi ad alto livello. L'accoglienza, in questa parte del padiglione, è curata dalle scuole alberghiere e turistiche dell'Austria.

    Maggiori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale www.expoaustria.at (dal quale provengono le immagini del progetto presenti nell'articolo).

Fabio Carbone

Sezione longitudinale del padiglione austriaco

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo