Il Padiglione tedesco a Expo Milano 2015

Un grande campo di idee, 'Fields of ideas', è il tema con cui si presenta la Germania

    icona css3menu.com  icona css3menu.com

Guarda il video del Padiglione

Vista frontale padiglione tedesco

La Germania è tra i primissimi paesi ad aver aderito ad Expo 2015. La sua partecipazione è stata registrata nel 2012 da Expo 2015 spa. Ora, con la posa della prima pietra per la costruzione del Padiglione, la Germania diventa il primo paese al mondo a iniziare i lavori di costruzione che, secondo i piani progettuali, termineranno in autunno.

    La struttura sorgerà su una superficie di 4913mq e sarà uno dei padiglioni più grandi dell'Esposizione universale di Milano. La costruzione è affidata alla NÜSSLI Deutschland, della città di Roth.

La struttura architettonica del padiglione tedesco

Guardando l'immagine del progetto da più angolazioni, il Padiglione della Germania ci appare come una struttura molto leggera nella quale l'aria e le persone sono libere di muoversi.

    Ed è questo il senso che gli ideatori hanno voluto per il padiglione, realizzato dallo studio di Architetti di Monaco SCHMIDHUBER e da Milla & Partner di Stuttgart per quanto riguarda gli allestimenti interni e dei contenuti (cui appartengono tutte le immagini di questa pagina).

    Il progetto è stato affidato a un gruppo di lavoro denominato ARGE, costituito dalla Fiera di Francoforte su mandato del Ministero federale dell'economia e della tecnologia tedesco.

    Il complesso architettonico si compone di materiali semplici e provenienti in prevalenza dalla natura. Sarà abbondantemente utilizzato il legno proveniente dalla Germania con le sue diverse colorazioni.

    Il Padiglione tedesco riproduce i campi e i prati del paesaggio tedesco, come se fosse stato ritagliato dalla sua naturale collocazione paesaggistica e trasportato a Milano per essere adagiato nell'area espositiva.

    Per giungere all'interno del padiglione i visitatori percorreranno una salita, calpestando una superficie completamente composta in legno, fino a raggiungere la sommità del pianoro alto 10 metri.

    La particolare forma del tetto richiama le foglie degli alberi. Esse sono l'elemento che unifica tutto il padiglione, gli spazi esterni e quelli interni. Sono composte in acciaio, per quanto riguarda la struttura di sostegno, e in membrana. La concezione tecnologica deriva dalla natura.

Vista laterale padiglione Germania

Il progetto Fields of ideas

I campi e i prati del Padiglione sono Campi di idee, "Fields of ideas", un luogo dove si vive nel rispetto della natura. Quindi tutto il progetto architettonico è stato concepito come una germinazione di piante che portano a maturazione le idee innovative per il futuro dell'alimentazione mondiale. In questa idea e progetto la Germania vuole coinvolgere anche il visitatore e in particolare i potenziali business partner mondiali.

    Tutto il progetto è stato realizzato secondo idee e tecnologie innovative nell'ambito del risparmio di materiali e dell'efficienza energetica.

Due percorsi di visita: percorso esterno ed interno

Il percorso esterno

Il visitatore che ha effettuato la salita al padiglione, potrà ora rilassarsi nell'area ricreativa attrezzata. L'altezza del sito è un luogo privilegiato per gli osservatori e fotografi, consentirà di godersi il panorama dell'intero sito espositivo a 360°, potendo arrivare con lo sguardo ai limiti dell'Expo.

    All'esterno si trova il ristorante tedesco con ben 350 posti e la piazza tedesca con tribuna, un'area culturale dove saranno ospitati vari eventi previsti dal programma.

Il belvedere del padiglione

Il percorso interno

Lo spazio interno prevede la fusione di vari elementi divisi in vari ambienti tra loro collegati in un unico percorso. Tutti gli ambienti sono presentati da un pre-show. Nell'ambiente dedicato all'acqua, al centro, si troverà una fontana con una serie di nuove tecnologie tedesche sul trattamento delle acque. Si passa attraverso l'ambiente dedicato al terreno e poi del clima, dove poter approfondire l'influenza dei cambiamenti climatici sull'alimentazione.

    Al termine del percorso i visitatori saranno coinvolti attivamente nello show Be(e)active, nel quale saranno accompagnati alla scoperta degli ambienti naturali e della cultura alimentare tedesca, con l'ausilio della musica e di tutte le tecnologie multimediali che conosciamo.

Vista dal sentiero in legno

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo