Acque termali, percorsi benessere e sport in montagna nel Padiglione Slovenia

Il sale di Pirano, le api nelle arnie decorate, le case in legno e la lotta ai gas serra

    icona css3menu.com  icona css3menu.com
I feel Slovenia


Slovenia, piccola nazione alle porte dell'Italia, si prepara all'Expo 2015 ricca di grandi iniziative ed aspettative. Per la Slovenia, Expo 2015 rappresenta una grande opportunità di lancio turistico, per farsi conoscere al mondo, quale nazione ricca di foreste, acqua pura e tanta attenzione all'ambiente. Lo slogan scelto per il padiglione è "I feel SLOVEnia, Green. Active. Healthy.": verde, attiva, sana.

    La Slovenia punta sulle acque termali e minerali, sui percorsi escursionistici in montagna e l'edilizia sostenibile fatta di case in legno. Infatti il padiglione è quasi interamente costruito in legno da una delle più importanti aziende slovene, costruttrici di case in legno.

Italia e Slovenia Partner turistico commerciali

Gli italiani sono i più assidui frequentatori della Slovenia: siamo al primo posto come numero di turisti. Siamo il secondo paese in termini di scambi commerciali, tra import ed export di beni; il terzo paese investitore. La nostra presenza è significativa e si comprende l'importanza di Expo Milano 2015 per la Slovenia.

    Il Ministero dello sviluppo economico e delle tecnologie sloveno è l'incaricato principale nel progetto e programma per Expo 2015. La Slovenia vuole approfittare dell'evento per rafforzare le esportazioni, ampliare le collaborazioni economiche e di partnership d'affari. In ambito turistico, la Slovenia vuole essere riconosciuta come meta per gli amanti della natura e del rispetto dell'ambiente. Obiettivo principale, sarà diffondere e rendere riconoscibile il marchio nazionale "I feel Slovenia".

Marchio nazionale Slovenia

Il concept

La Slovenia ha un patrimonio boschivo molto importante, formato dalle foreste del Carso. Un territorio ricco di acque termali e minerali che sgorgano dalle Alpi Giulie, dalle montagne Caravanche e della Carinzia al confine con l'Austria.

    Dal punto di vista agroalimentare, numerosi prodotti sono riconosciuti dall'Unione Europea con indicazione geografica o tipica protetta, altre sono riconosciute "quali specialità tradizionali garantite".

    Località sciistiche come Maribor, sede di numerose gare internazionali, sono conosciute in tutta Europa. Il "cavallo Lipizzano", la biodiversità e tanti altri elementi, fanno parte di questa nazione europea e saranno presenti nel Padiglione dal titolo "I feel SLOVEnia, Green. Active. Healthy."

    Il percorso si svoglerà all'insegna delle tre parole Verde, Attiva, Sana con dei percorsi tematici ben definiti.

  • Il Sale.

    Il sale marino di Pirano, cittadina di mare posta su una lingua di territorio affaciata sull'Adriatico, è raccolto secondo tecniche antiche. Il luogo è ora meta di turisti del benessere, amanti dei fanghi salini, ricchi di minerali che fanno bene alla pelle.
        La Salina di Pirano ha un processo di produzione manuale secondo tecniche del trecento. La sua particolarità è di essere bianco e dolce, senza subire alcun processo di trasformazione industriale.

  • Le Api. panjske končnice

    Le api in Slovenia sono custodite dalla popolazione in un modo molto particolare e speciale. Le api sono considerate parte integrante della famiglia, tanto da avere una loro casa dedicata e dipinta. Si chiamano panjske končnice e sono arnie decorate a mano e realizzate in legno locale.
        Gli apiari sono 10.000 e non offrono solo miele, anche percorsi per il benessere fisico. Si diffondono tra gli apicoltori, le attività wellness in cui è possibile rilassarsi inspirando aerosol delle api e lasciarsi massaggiare con miele locale.

  • Escursionismo e ciclismo.

    Il turismo sloveno è tipicamente per le "vacanze verdi". Il territorio è molto adatto per gli amanti dell'escursionismo e per quanti amano gli sport di montagna.
        Sotto la montagna di Peca, esiste un grande labirinto di gallerie, realizzate dai minatori. Ora la miniera è abbandonata e vengono organizzate escursioni in mountain bike. Lo stesso avviene nelle antichissime grotte di Postumia.

  • Acque termali e minerali.

    Altro percorso all'interno del padiglione sarà dedicato alle acque termali della Slovenia. Sono 87 le sorgenti termali e tra di esse vi è l'acqua termominerale nera. Un'acqua termale unica al mondo che sgorga nelle terme di Moravske Toplice.

  • Il carbonio nero.

    Per dimostrare l'importanza dell'ambiente e della sua salvaguardia, nelle strategie di conservazione del territorio, la Slovenia ha dato il via a un progetto denominato "Adventure for Science", rivolto al calcolo della concentrazione di carbonio nero nell'atmosfera.
        Il carbonio nero, insieme alla CO2, è tra i gas causa del riscaldamento globale. Durante Expo 2015, verranno presentati i risultati di un'avventurosa ricerca condotta dal pilota sloveno Matevž Lenarčič con il suo aereo ultraleggero prodotto dalla Pipistrel.
        Matevž ha percorso 91.000 km, sorvolato tutti i continenti e tre oceani in 369 ore di volo. Ha misurato la quantità di carbonio nero presente al Polo nord, grazie a uno strumento di rilevazione made in Slovenia.

 

Padiglione Slovenia vista d'insieme Particolare della facciata Vista laterale del Padiglione Slovenia Vista notturna 'I feel SLOVEnia, Green. Active. Healthy.' Vista interna Monitor sospesi al soffitto Scritte artistiche in lingua Slovena sulle pareti Il design richiama gli apiari Luci a goccia di miele Pareti verticali di verde naturale Angolo shopping Padiglione Slovenia in costruzione Fasi conclusive della costruzione

- Per una parte delle foto di questo articolo, si ringrazia l'Ufficio del Turismo sloveno di Milano, per la gentile concessione. -

Architettura del padiglione Slovenija

Il padiglione occupa 1910mq, di cui 800mq saranno coperti dall'edificio in legno e vetro. La struttura architettonica si presenta come un insieme di piramidi su un terreno geometricamente dinamico. La struttura riflette un territorio fatto di livelli diversi, che vanno dalle montagne della zona interna, alla pianura pannonica, per poi discendere dolcemente tra le colline mediterranee ed arrivare al mare Adriatico

    Il progetto è affidato alla Lumar IG d.o.o, produttrice di edifici a basso impatto ambientale e a risparmio energetico. Gli architetti che hanno disegnato la struttura sono dello studio SoNo arhitekti d.o.o., i quali tra i progetti realizzati hanno sempre posto al centro il materiale legno come elemento costruttivo essenziale.

    Il messaggio della Slovenia è chiaro: l'utilizzo del legno nel campo dell'edilizia è molto più eco-friendly, data la minor produzione di CO2. Tra l'altro il legno ha la capacità di immagazzinare la CO2 e il suo smaltimento a fine vita, è meno gravoso per l'ambiente.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo