Il padiglione Svizzera e le quattro "torri di cibo"

Un padiglione "consumato" dai visitatori. L'acqua dei Cantoni. Le città della Svizzera

    icona css3menu.com  icona css3menu.com

Il nome del padiglione: Confooderatio Helvetica Rampa di accesso al Padiglione Svizzera Vista dall'alto: visibili le torri al centro

La Svizzera è stata la prima nazione al mondo ad aderire all'invito italiano di partecipazione, per Expo 2015. La prima a firmare il contratto di partecipazione, la prima a presentare il proprio progetto di Padiglione nel maggio 2012.
    Il suo padiglione si preannuncia come uno dei più curiosi e originali, sicuramente da inserire nella lista di quelli da visitare.

Il Concept e il tema

Il tema scelto è Confooderatio Helvetica e riguarderà la scarsità di fonti alimentari nel mondo. Grazie a quattro torri piene di alimenti veri, il visitatore potrà confrontarsi nel rapporto tra disponibilità degli alimenti e il suo uso. I generi alimentari presenti nelle torri, saranno prodotti tipici svizzeri.
    Un padiglione per riflettere sulle abitudini di consumo, la disponibilità e la distribuzione sul pianeta di generi alimentari.
    Alle torri si accede attraverso ascensori, dopo essersi muniti di ticket alla portineria. I visitatori, potranno prelevare gli alimenti contenuti nelle speciali torri. Giorno dopo giorno vedremo le torri diminuire, grazie a dei basamenti sui quali sono poggiate. Ciò modificherà la loro conformazione. Il significato è intrinseco: come le torri, anche il mondo si modifica in base a come usiamo il cibo. Ai visitatori è lasciato il compito di calibrare l'approvvigionamento per far sì che tutti i visitatori, nell'arco dei 6 mesi dell'Expo, ne possano usufruire. Metafora di un pianeta squilibrato. Dove una parte del mondo consuma - spesso getta senza utilizzare - tonnellate di alimenti. Mentre un'altra parte dell'umanità soffre e muore di fame.

Città e Cantoni svizzeri all'Expo 2015

Il Padiglione ospiterà al suo interno tre delle più importanti città dello stato elvetico: Basilea, Ginevra e Zurigo. Al basamento di ogni silos, al centro del cortile, le tre città avranno il loro spazio di presentazione ufficiale. Basilea inaugurerà l'Expo, e sarà presente dal 1 maggio al 12 giugno. Zurigo dal 17 giugno al 2 agosto. Ginevra dal 17 settembre al 31 ottobre. Ma dal 7 agosto al 12 settembre le tre città saranno compresenti.
San Gottardo e Confederazione Svizzera     Non solo le tre città. A Milano saranno presenti con il loro paesaggio e la loro storia, cinque Cantoni in rappresentanza di tutti i Cantoni svizzeri: Grigioni, San Gottardo, Ticino, Uri, Vallese. Sono i cantoni del massiccio montuoso San Gottardo, culla della Confederazione elvetica. Tutti porranno l'accento sull'elemento che li contraddistingue: l'acqua.

Padiglione svizzero in cifre

La Svizzera punta molto all'Expo Milano 2015, per rilanciare e far conoscere sempre meglio la sua storia e il rispetto per l'ambiente, che da sempre contraddistingue lo stato indipendente.
    40 milioni di franchi svizzeri è la cifra totale tra investimenti pubblici e privati. 2 milioni sono i visitatori attesi all'interno del padiglione, tra quelli che visiteranno l'Expo. Ogni giorno sono attesi 11'000 visitatori di cui 700 ogni ora faranno accesso alle torri.
    L'area del padiglione copre 4432 m2. Le torri saranno alte 15 metri.

Cosa ci sarà nelle torri?

Ogni torre conterrà dei generi alimentari diversi. Nella prima torre troveremo il sale delle saline svizzere, suddiviso in 2 milioni di piccole dosi. Nella seconda 2,5 milioni di dosi di caffè Nestlé. Nella terza troveremo bottigliette d'aqua minerale fornite dalla Nestlé: 150'000 pezzi. Nella quarta 500 mila sacchetti conterranno rondelle di mele dei produttori agricoli svizzeri.

progetto Netwerch GmbH Brugg

I progettisti e il progetto

Ad aggiudicarsi il concorso in due fasi, è stato il progetto dello studio Netwerch GmbH Brugg. Il padiglione da loro pensato, coniuga elementi tecnologici a parti della tradizione svizzera. Le torri sono l'allusione al mondo tecnologico e delle macchine. Le terrazze e i tetti a due spioventi, richiamano gli storici paesini svizzeri.
    Al loro interno, oltre gli spazi espositivi già menzionati, troveremo una trattoria, un palcoscenico per gli eventi. Nel sottotetto sono previsti un negozio e una lounge VIP.

Progetto vincitore

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo