11 giugno Giornata Nazionale Santa Sede all'Expo di Milano

Inaugurazione con l'orchestra sinfonica Esagramma. Al pomeriggio "Cortile dei Gentili"

    icona css3menu.com  icona css3menu.com


Papa Francesco ha voluto che anche la Santa Sede fosse presente all'Esposizione Universale di Milano. Un tema così importante come quello dell'alimentazione e così legato alla povertà e scarsità di risorse, non poteva essere glissato.

    Così la Santa Sede partecipa all'Expo 2015 con il concept "Non di solo pane", a indicare che il cibo è sì importante ma non basta.

    L'11 giugno è la Giornata nazionale del Padiglione Santa Sede, che cade il giorno dopo il National Day al Padiglione Russia. Una giornata importante per l'Expo 2015 e la Russia, che ha visto la partecipazione del presidente Vladimir Putin e di Matteo Renzi. Putin ha poi incontrato proprio papa Francesco a Roma.

    Per la giornata nazionale riservata alla Santa Sede, è previsto un programma con due momenti principali: uno al mattino con inizio alle ore 11.00 a ingresso gratuito previo registrazione, il secondo al pomeriggio.

Evento del mattino

Il National Day Santa Sede inizia alle ore 11.00 presso l'Auditorium Expo 2015. Riprendendo il concept del padiglione "Non di solo Pane", si discuterà del cibo come atto del nutrirsi educativo per ogni uomo. Il cibo è un entrare in relazione con se stessi e con gli altri, pone in relazione con il creato. Nutrirsi è un'esperienza culturale, perché fatta di tradizioni locali. È anche un'esperienza spirituale: per i cattolici Gesù si è fatto cibo per la salvezza di tutti.

    L'orchestra Sinfonica Esagramma, diretta da Licia Sbattella, si esibirà davanti ai presenti, per inaugurare e accompagnare il dibattito. L'orchestra è composta da giovani con disagio psichico e mentale, diventati maestri di musica: ora tengono concerti anche fuori Italia.

    Intervengono il card. Angelo Bagnasco presidente CEI, il card. Angelo Scola arcivescovo di Milano, il card. Gianfranco Ravasi Commissario generale padiglione Santa Sede, mons. Giovanni Angelo Becciu Sostituto affari generali della Segreteria di Stato.

Evento pomeridiano

S'intitola "I volti della Terra" e avrà inizio alle 16.30, presso l'Auditorium Expo 2015, il secondo evento celebrativo della Giornata nazionale Santa Sede. Un incontro che s'inserisce nel programma "Cortile dei Gentili", dedicato al dialogo tra credenti e non credenti.

    Partecipano il card. Gianfranco Ravasi Presidente del Pontificio consiglio della cultura, il prof. Giuliano Amato Presidente della fondazione "Cortile dei Gentili", Nicolas Hulot Commissario generale della Conferenza mondiale 2015 sul clima e Inviato speciale del Presidente della Repubblica francese per la protezione del Pianeta. Modera Monica Maggioni direttore RaiNews.

    I volti della Terra, nel significato dei volti delle persone e dell'umanità. A indicare che qualsiasi attività umana, anche quella commerciale e legata all'alimentazione, deve sempre aver presente il destinatario. Un volto, una donna, un uomo, un bambino.

    San Francesco scriveva: «Laudato si', mi' Signore, per sora nostra matre terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba». La madre terra, generosa e feconda con l'uomo. Madre che dona le sue ricchezze naturali all'umanità. Madre terra anche dura contro l'uomo durante le calamità naturali, ma sempre pronta a rigenerare vita e ad alimentare tutti i popoli. L'uomo invece ha generato una calamità che ha sottratto il cibo a molti, generando malnutrizione e morte. Eppure il cibo c'è per tutti. E solo sottratto ai più, per essere riservato a pochi.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo