Papa Francesco celebra la giornata di preghiera del creato

Per approfondire il tema della custodia del creato il 5 settembre ci sarà un Convegno all'Expo 2015

    icona css3menu.com    icona css3menu.com

Una foglia di felce
Foto pixabay.com


Papa Francesco a sorpresa, il 6 agosto scorso, ha deciso dedicare il 1 settembre alla preghiera per la cura del creato. Una iniziativa a favore dell'ambiente che si aggiunge a quella da 10 anni celebrata in Italia a cura della Conferenza Episcopale Italiana, che quest'anno ha per tema "Un umano rinnovato, per abitare la terra".

    La giornata di preghiera celebrata questo pomeriggio a Piazza San Pietro alle ore 17.00, ha voluto abbracciare tutto il mondo. Una giornata per sensibilizzare i credenti sull'importanza di curare l'ambiente.

    La scelta del primo settembre non è casuale, la Chiesa Ortodossa già da tempo celebra questa giornata. Quindi l'intenzione di papa Francesco riveste anche un'importanza ecumenica e di avvicinamento con i fratelli ortodossi.

Superare la crisi ecologica

Nella lettera che Francesco ha inviato ai vescovi di tutto il mondo, si legge l'intenzione di dare un "contributo al superamento della crisi ecologica che l'umanità sta vivendo". E rivolgendosi ai credenti aggiunge: "Dobbiamo prima di tutto attingere dal nostro ricco patrimonio spirituale le motivazioni che alimentano la passione per la cura del creato".

    Papa Francesco nella lettera cita le parole che lui stesso ha scritto nell'Enciclica sociale Laudato Sì, di recente pubblicazione e dedicata proprio alla questione ambientale. Ricorda ai cristiani che non si possono chiamare tali se nella pratica di tutti i giorni continuano a inquinare. Parla di una vera "conversione ecologica" dei cattolici, per diventare veri cattolici. Non può essere un optional della fede, continua Francesco, il cristiano deve far diventare "parte essenziale di un'esistenza virtuosa" il custodire l'ambiente.

    La lettera di Papa Francesco chiude con un ricordo del "Cantico delle Creature" di san Francesco d'Assisi, che "ispira uomini e donne di buona volontà a vivere nella lode del Creatore e nel rispetto del creato".

Custodia del creato all'Expo 2015

Sabato 5 settembre, alle ore 11.00 presso il Conference centre, l'Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della CEI, con l'Ufficio per la pastorale del tempo libero, organizzano un convegno dal titolo "Laudato sì. Rinnovare l'umano per custodire il creato". Un evento dedicato alla giornata nazionale del creato, il cui tema è richiamato nel titolo del convegno stesso.

    Al convegno intervengono varie personalità ecclesiastiche e del Governo italiano:

  • S.E. mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto.

  • Dott. Gian Luca Galletti, Ministro dell'Ambiente.

  • Prof. Simone Morandina, Fondazione Lanza.

  • Prof. Pierluigi Malavasi. Università Cattolica del Sacro Cuore.

  • Fra Roberto Lanzi, Comunità monastica di Siloe.

  • Conclusioni di mons. Fabiano Longoni, Direttore dell'ufficio nazionale CEI per i problemi sociali e il lavoro.

Se siete interessati a leggere il testo preparato dalla CEI per la 10a Giornata nazionale del Creato, potete scaricarlo dal sito ufficiale della CEI www.chiesacattolica.it.

    Disponibile ora, il resoconto della giornata del 5 settembre.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo