Padiglione Santa Sede: presentato al termine dei lavori di costruzione

Sarà l'occasione per ricordare il valore spirituale del cibo

    icona css3menu.com  icona css3menu.com
Ravasi, Pompili


Il 14 aprile a Roma, la Santa Sede ha presentato il programma del Padiglione per Expo 2015 e l'intero percorso artistico che i visitatori potranno vedere nella struttura.

    Il Papa, attraverso il Pontificio Consiglio della Cultura, il cui presidente è il card. Gianfranco Ravasi, ha preso molto a cuore il tema proposto da Expo. Più volte ha ricordato nei suoi messaggi l'evento mondiale.
    A tale proposito mons. Ravasi, durante la conferenza stampa, ha ricordato:
    «La presenza della Santa Sede a Expo è nel segno del cuore di Papa Francesco, in modo sobrio e minimalista e soprattutto vuole avere un significato simbolico, di eccezione: propone un messaggio, non prodotti».

L'essenza del tema

La Santa Sede va all'essenza del tema "Nutrire il pianeta. Energia per la vita", presentando il Concept "Non di solo pane". Un richiamo spirituale al tema del cibo e allo stesso tempo concreto, perchè sono troppi quelli che ancora muoiono di fame nel mondo non avendo accesso al cibo. Lo ha ricordato mons. Pompili, sottosegretario CEI:
    «Le azioni anti crisi in Italia sono raddoppiate negli ultimi anni: oggi oltre 4.000.000 di persone (di cui il 70% italiani) sono sotto la soglia della povertà alimentare e vengono sostenute da quasi 15.000 strutture caritative territoriali, come la Caritas, che attraverso i pacchi alimentari, le mense o altre forme di intervento offrono aiuto a chi ne ha bisogno».

Arte fotografica e povertà

Su ampie pareti del padiglione, potremo apprezzare il lavoro dei fotografi che hanno saputo immortalare frammenti di povertà quotidiana, vissuti da tanti uomini e donne nel mondo. Tre cortometraggi della durata di 4 minuti ciascuno, racconteranno, con grande valore artistico, la gratuità, la carità e paternità. Un modo per «leggere le povertà con criteri che vanno oltre il semplice fatto sociale», ha ricordato mons. Giovanni Pietro Dal Toso di Cor Unum.

Partecipanti e costi del progetto

Accanto alla Santa Sede, hanno partecipato al progetto la CEI, Diocesi di Milano, Cor Unum, l'Università Cattolica del Sacro Cuore, l'ospedale pediatrico Bambino Gesù e molti altri.

    I costi di realizzazione dell'intera partecipazione all'Expo 2015, sono stati ripartiti in equa misura tra Santa Sede, CEI e Diocesi di Milano. Ognuna delle tre realtà ha partecipato con 1 milione di euro. Cattolica Assicurazioni, invece, ha sponsorizzato l'allestimento delle opere d'arte presenti nel padiglione.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo