Foto Brunei National Day Expo 2015

Commissario del Padiglione

Giornata nazionale del Brunei Expo 2015. Foto Mourad Balti. Commissario Generale e Ambasciatore Brunei Dato Paduka Zainidi Haji Sidup. Cluster delle Spezie, ingresso Padiglione Brunei. Esposizione interna Sultanato del Brunei. Visita a Palazzo Italia. Il Trapezophoros ritrovato ad Ascoli Satriano (FG) presso Palazzo Italia. Stretta di mano con il Commissario del Brunei Dato Paduka. Dato Paduka firma il libro d'onore a Palazzo Italia.
    icona css3menu.com    icona css3menu.com

Brunei, un Sultanato verso la conversione green

Il Brunei, piccolo stato del Borneo, ha festeggiato la presenza all'Esposizione Universale il 10 settembre 2015. Il Sultanato del Brunei, ha visto la presenza del Commissario Generale del Paese Dato Paduka Zainidi Haji Sidup anche Ambasciatore del Brunei a Parigi. Questi era accompagnato dalla moglie e nessun altro membro del Sultanato era presente. Per l'Italia, a rappresentare Expo 2015 e il Governo italiano, il Commissario Generale Bruno Pasquino.

    Il Padiglione si trova nel Cluster delle Spezie, e racconta del processo di innovazione nel campo dell'agricoltura, attivo nel Paese da alcuni anni. il Concept del padiglione è "Scienza e tecnologia per garantire cibo sano, sicuro e di qualità". Il Brunei può contare solo sull' 1,5% di territorio adibito a uso arativo, mentre tutto il resto è ricoperto di foreste tropicali. Il Paese ha una forte vocazione petrolifera, che seppure soggetta alle fluttuazioni del mercato mondiale, consente al sultanato di reinvestire i proventi all'estero. Il comparto industriale è attivo nel settore alimentare, tessile, del legno e della gomma. La popolazione beneficia dell'istruzione e del servizio sanitario, in forma gratuita.

Discorsi durante la Cerimonia

Di seguito il discorso del Commissario e Ambasciatore Dato Paduka: «Nel nostro Padiglione illustriamo le iniziative intraprese dal Governo nel settore agricolo a partire dal 2009: lo sviluppo delle infrastrutture e l'introduzione delle colture ad alta resa, insieme all'agricoltura meccanizzata, preservando le foreste tropicali incontaminate del Borneo, per unire la sicurezza alimentare allo sviluppo sostenibile. Crediamo che le Esposizioni Universali come questa forniscano preziosi spunti per sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi dell'ambiente, e per questo siamo lieti di essere presenti».

    Il Commissario Generale Bruno Paasquino ha sottolineato l'importanza della presenza dei piccoli stati asiatici all'Expo 2015, perché il loro contributo al cambiamento è essenziale: «La presenza del Brunei a Expo Milano 2015 dimostra che lo sviluppo e l'ambiente possano essere coniugati nel contesto del miglioramento generale delle condizioni sociali ed economiche in Asia. È una sfida ambiziosa, ma fondamentale, quella che il Sultanato ha deciso di affrontare, puntando sulla scienza e sulle tecnologie avanzate, nella convinzione che solo in questo modo la produzione agricola può essere aumentata, senza danneggiare la natura».

    A causa della distanza, probabilmente, del Paese dall'Italia, l'Expo Centre era pressoché vuoto. Le delegazioni sono quindi andate a visitare direttamente il Padiglione Brunei nel Cluster delle Spezie e Palazzo Italia.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo