Fotografie National Day Corea: danze Pangut e Kilnori, cucina 'Hansik'

Corea

Ballerina in costume tradizionale del gruppo Jang Gu Chum. Foto: Expo 2015. Un momento delle danze Pangut e Kilnori. Il tamburo è strumento fondamentale in molte rappresentazioni musicali coreane. Le danze coreane portano in se la disciplina propria delle Arti marziali orientali. Ancora un momento della danza che ha preceduto l'Alza bandiera. I movimenti delle ballerine seguono un rituale perfettamente ripetuto da secoli. Negli scatti si può ammirare l'eleganza e i colori degli abiti femminili coreani. Il Ministro della cultura Kim Jong Deok. Fotografie: Expo 2015/Daniele Mascolo. Il Sottosegretario Barbara Degani. Il Commissario Unico Expo 2015 Giuseppe Sala, stringe la mano al Ministro Deok. Le autorità passeggiano verso Padiglione Corea, posto a pochi passi dall'Expo Center. Performance artistica all'interno del Padiglione Corea. Altra performance di danza coreana sul Palco del Padiglione. Il Ministro Deok all'ingresso del Padiglione Corea. Visita agli spazi espositivi della Repubblica di Corea. Il Ministro Kim Jong Deok visita Palazzo Italia. Firma del libro d'onore a Palazzo Italia.
    icona css3menu.com    icona css3menu.com

Kim Jong Deok: 'Expo Milano 2015 le Olimpiadi della cultura'

La presenza della Repubblica di Corea all'Esposizione di Milano non è formale. Lo dimostrano la Settimana di Corea, dal 22 al 26 giugno, la mostra "Il giorno della Corea" presso Villa Clerici, la settimana dedicata alla cucina Hansik del mese di maggio, che ha permesso ai visitatori di seguire corsi di apprendimento dell'arte culinaria coreana.

    Alla cerimonia augurale ha partecipato il Ministro dello sport cultura e turismo della Corea, Kim Jong Deok. Il quale ha aperto il suo discorso affermando: «Expo Milano 2015 rappresenta le Olimpiadi della cultura. Per questo motivo, siamo orgogliosi di esserci».

    Il padrone di casa, Commissario Unico Giuseppe Sala è stato presente alla cerimonia con il Commissario generale Expo 2015 Bruno Pasquino e il Sottosegretario di stato al Ministero dell'ambiente Barbara Degani.

    Il Ministro Deok vede nell'Esposizione Universale la possibilità di far conoscere a tutti «l'Hansik, il cibo coreano, e dare il nostro contributo concreto al dibattito internazionale sul futuro dell'alimentazione e sul valore del cibo che l'Esposizione Universale sta promuovendo. Auguriamo a Expo Milano 2015, di continuare con grande successo e, per la Corea, di rinsaldare ulteriormente il rapporto con l'Italia, legame che dura da 130 anni».

    Alle sue parole hanno fatto seguito quelle del Sottosegretario Degani: «Expo Milano 2015 stimola il dibattito internazionale tra culture di diverse e numerose nazionalità. Il tema proposto, 'Nutrire il pianeta, Energia per la vita', chiede il contributo propositivo dei Governi, delle organizzazioni internazionali, della società civile e di tutti i cittadini. Il Padiglione coreano diffonde non solo il messaggio di mangiare seguendo i criteri di salute, equilibrio e armonia, 'Mens sana in corpore sano' — come dicevano i romani—, ma stimola anche la riflessione sul futuro, su come il cibo e l'alimentazione si evolveranno nel tempo».

    Al termine del discorso, il Sottosegretario Degani, ha annunciato l'importante lascito dell'Expo 2015 all'Agenda post 2015 che verrà discussa alle Nazioni Unite a settembre.

    Da segnalare il gemellaggio tra la città di Milano e la città coreana di Daegu, quarta città della Corea del Sud con 2,5 milioni di abitanti, sede di vari College e Università.

    La cerimonia è proseguita all'esterno dell'Expo Center, con le danze tradizionali del gruppo Jang Gu Chum e della compagnia artistica National Gugak center, che si è esibita nei balli "Pangut" e "Kilnori", accompagnando il ministro Deok e le delegazioni, verso il Padiglione Corea e Palazzo Italia, per lo scambio di visite istituzionali.

24 giugno. Incontro sulla cucina Hansik

Il giorno 24 giugno, successivo alla Giornata della Corea, presso l'Auditorium dell'Expo 2015, si è svolto l'incontro "Hansik: il cibo tradizionale coreano tra equilibrio, salute e cultura".

    All'incontro ha partecipato il Ministro dello sport e cultura coreano Kim Jong Deok, il quale ha ricordato che "la cucina coreana è una continua ricerca, in equilibrio e armonia, tra gusto, ingredienti e nutrizione".

    All'annunciato incontro era presente Armando Peres, Presidente del comitato per il turismo dell'OCSE, Sergio Arzeni Direttore del centro per l'imprenditoria dell'OCSE. Non sono mancati gli specialisti dell'alimentazione e dell'antropologia.

    L'Hansik è una cucina prevalentemente a base di vegetali, i cui benefici sono sempre più oggetto di attenzione. Il direttore OCSE Arzeni, ha ricordato, infatti, che: «Il Paese che soffre meno l'obesità nel mondo è la Corea, le proprietà benefiche in termini di salute di questa cucina sono dunque evidenti. Bisogna riscoprire le piccole coltivazioni e i piccoli mercati, ma anche le tradizioni e il rapporto con le popolazioni locali».

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo