Fotografie National Day Tanzania

tanzania

Il Vice Presidente di Zanzibar Seif Sharif Hamad. Il Commissario Generale Expo 2015 Bruno Pasquino. I Bagamoyo College of Art iniziano la sfilata sul Decumano. Un momento della danza del guerriero. I Bagamoyo intrattengono i visitatori nell'area della Tanzania. Seif Sharif Hamad firma il libro d'onore di Palazzo Italia. Il gruppo musicale nei pressi dell'Expo centre. Non manca l'energia e l'allegria a questo piccolo gruppo folcloristico. Sono animati dall'energia tipica dei popoli africani. La Tanzania è presente nel Cluster delle Spezie. Gli strumenti musicali a percussione contraddistinguono le tribu' africane. Una danza a piedi nudi, per il contatto con la Madre terra. Foto ufficiale della delegazione di Tanzania a Palazzo Italia. A conclusione della visita di Palazzo Italia si è tenuto il pranzo ufficiale.
    icona css3menu.com  icona css3menu.com

La Tanzania è collocata nel Cluster delle Spezie

La Tanzania ha festeggiato il suo National Day Expo 2015 il 13 luglio. A colorare di musica tanzanese ci ha pensato il gruppo musicale dei ragazzi del Bagamoyo College of Art.

    A rappresentare la Repubblica Unita di Tanzania il Vice Presidente di Zanzibar, Seif Sharif Hamad. Il quale ha ringraziato il Governo italiano per aver sostenuto la partecipazione del Paese africano. Egli, durante il suo discorso cerimoniale ha detto: «Nutrire il pianeta, Energia per la vita è un tema essenziale per tutti i popoli del mondo. È necessario concentrarsi soprattutto sullo spreco alimentare e sulla malnutrizione, due problemi cruciali per i Paesi in via di sviluppo».

    La Tanzania è inserita nel Cluster delle Spezie, per la sua tradizione storica nel produrre cardamomo, vaniglia, zafferano e cannella. Prodotti in particolare nell'isola di Zanzibar che all'Expo Milano, rappresenta tutta la Tanzania.

    Il Commissario Generale Bruno Pasquino ha fatto le veci del Governo italiano affermando: «Oltre 120 etnie popolano lo Stato che oggi celebriamo, rendendolo un modello di accoglienza e biodiversità culturale e alimentare. L'Esposizione Universale è un successo anche per la volontà di tutti i Paesi di arricchirsi l'un l'altro attraverso un percorso di scambio e condivisione».

    Il Commissario Generale Expo 2015, ha ringraziato la Tanzania per il suo impegno e la sua apertura nei confronti del Burundi, ospitando oltre 60.000 profughi burundesi.

    In seguito alla cerimonia dell'alzabandiera, animata anche dal gruppo Bagamoyo, la delegazione si è spostata verso Palazzo Italia per la visita ufficiale e per il pranzo istituzionale.

    Presso l'area espositiva della Tanzania, i festeggiamenti sono proseguiti con degustazioni di piatti a base di spezie e con lo spettacolo coreografico e musicale dei Bagamoyo

Uno speciale progetto Granarolo in Tanzania

Da alcuni anni gli esperti della Granarolo, hanno fondato una latteria in Tanzania. Un progetto supportato anche da associazioni onlus locali. L'Africa Milk Project ha dato vita a una latteria che oggi fornisce latte a centinaia di bambini e vende yogurt e formaggi nella capitale. Uno straordinario progetto che dà lavoro a molte persone nella latteria, e garantisce un reddito fisso agli allevatori di bestiame. Trovi tutta la storia nell'approfondimento dedicato "Il latte diventato l'Oro bianco per 800 allevatori della Tanzania".

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo