Le immagini della Festa del Pane a Expo 2015

festa pane

Festa del Pane Expo Milano 2015. Foto: Expo 2015/Daniele Mascolo. Il Venezuela alla Festa del Pane. La Pangea in Piazza Italia riunisce i pani di tutti i popoli. Tantissime le nazioni che hanno presentato le loro specialità intorno al tavolo. Una band strumentale ha seguito la parata organizzata per la Festa del Pane. I pani delle associazioni legate a Coldiretti. Alcuni pani nazionali in mostra sulla Pangea in piazza Italia. L'Unione Europea partecipa alla Festa riunendo tutti i pani europei. Il pane è proprio il tema con cui l'UE si è presentata a Expo 2015. 'La spiga d'oro' è la storia che l'UE racconta con i personaggi Alex & Sylvia. I forni di Maria Marinoni per la Fabbrica del Duomo. I pani mediorientali. Il pane lituano posa con quello italiano dei forni Marinoni. Dall'Asia all'Africa, tutti i continenti sono rappresentati alla Festa del Pane. Il laboratorio negli spazi del Biodiversity Park. Un laboratorio ' teatralizzato'... ...che a partire dagli ingredienti di base... ... ha insegnato come fare il pane. Pane e Nutella, un classico delle merende italiane per i bambini. Vari tipi di pane in cui spalmare la crema di cioccolato più famosa d'Italia. Lo speciale stand Nutella della Ferrero per una colazione all'italiana. Pani alla birra. Forme di pane con Birra Poretti. Il pane alla birra è fatto con scorze di malto e altri cereali usati nella cotta. Taglio del pane alla birra. Birra Poretti è Official partner di Padiglione Italia. Da sinistra i pani della Palestina e dell'Unione Europea. Un momemnto della sfilata del pane sul Decumano. Pane della Colombia. Secondo Coldiretti in Europa si mangia più pane che in Italia. Mostra di pani in Piazza Italia. Pane Algerino e Turco. Festa del pane intorno alla Pangea, originariamente montata nel Padiglione Zero. Tantissimi i popoli del mondo che adottano il pane nella loro alimentazione di base. Il pane lo si può considerare un tratto comune dell'Umanità. La band strumentale acccanto alle sculture The Wings. Nella UE la Polonia è il paese con il maggior consumo di pane pro-capite. Festa del pane Expo 2015. Foto: Expo 2015/Daniele Mascolo. Piatti antispreco a base di pane presentati da Coldiretti. Il 46% degli italiani che consumano pane, lo riutilizzano in tanti modi, ma non lo buttano. Gli italiani consumano meno di 100g di pane al giorno. Alla Festa ha aderito anche l'Associazione italiana panificatori. Visione d'insieme del grande tavolo di legno a forma di Pangea. Gli italiani spendono 8 miliardi di euro annui per crackers e grissini. Il pane è cultura e costume. Il pane dalle forme colombiane. Il pane della Corea del Sud. Al termine della festa i volontari del Banco alimentare hanno raccolto tutto il pane. Il Banco alimentare di Milano ha distribuito il pane alle persone con necessità. Tutti i colori del pane. Tutti i volti del pane. Il pane lituano. Il pane mette tutta l'umanità intorno a un tavolo. La responsabile del protocollo e delle relazioni internazionali del Madagascar Tahiry Rajaonarivelo. Il pane è l'elemento base che non dovrebbe mancare a nessuno. Il Responsabile della Comunicazione e della raccolta fondi di CEFA Onlus Giovanni Beccari. Panettieri al lavoro a Expo 2015. I visitatori provano i pani di tutto il mondo. Il pane tedesco. Le scalinate della Veneranda Fabbrica del Duomo, abbellita con il pane. Il pane di Matera e i suoi panettieri. Pane e Nutella per gli ospiti della Festa. Foto di gruppo alla Festa del Pane. Il pane raccolto per il Banco Alimentare. Il 12% degli italiani grattuggia il pane avanzato. Nel mondo si mangia più pane che in Italia. La Svizzera presente con i suoi pani. Le diverstià del pane attraverso gli abiti tradizionali. Volontarie del Padiglione UE. Il pane della Russia.
    icona css3menu.com  icona css3menu.com

A ogni cultura il suo pane ma tutti uniti intorno la Pangea

Il 19 luglio è stato il giorno in cui Expo Milano 2015 ha celebrato la Festa del Pane. Inizialmente prevista per il 15 giugno e poi riprogrammata insieme a molte altre Feste Expo 2015.

    Alla Festa del Pane hanno partecipato in tanti. A partire dalle nazioni dei Padiglioni partecipanti all'Esposizione, come la Colombia, la Lituania, la Germania, la Svizzera, l'Algeria, la Turchia e molte altre nazioni in rappresentanza dei continenti.

    Una gran bella parata lungo la via principale del Decumano, per mostrare ai visitatori le varietà di pani cui le culture sono capaci di esprimere. E nonostante questa diversità, gli elementi di base sono gli stessi, come una è l'Umanità. Tutti si sono stretti intorno alla Pangea, simbolo dell'unità originaria di tutti i continenti. Un enorme tavolo in legno, solitamente collocato nel Padiglione Zero.

    Alla festa hanno preso parte Tahiry Rajaonarivelo, responsabile del protocollo e delle relazioni internazionali del Madagascar che ha rappresentato i Paesi presenti; Giovanni Beccari Responsabile della Comunicazione e della raccolta fondi di CEFA Onlus. Quest'ultimo ha presentato l'iniziativa "il pane della solidarietà", realizzato a forma di treccia, nei colori bianco e nero per simboleggiare una stretta di mano contro il razzismo.

    Il pane avanzato al termine della Festa del pane è stato consegnato ai volontari del Banco Alimentare di Milano, perché lo distribuissero tra i poveri che si rivolgono alle mense.

La UE e La Spiga d'oro di Alex & Sylvia

L'Unione Europea che ha il suo Padiglione di fronte Palazzo Italia, è presente all'Esposizione di Milano, proprio con un concept legato al pane. Attraverso il film "La Spiga d'oro", un corto animato i cui protagonisti, Alex e Sylvia, rappresentano i figli dell'Europa alle prese con le difficoltà del nostro tempo.

    A rappresentare i due personaggi, in Piazza Italia c'erano alcune ragazze e ragazzi, volontarie del padiglione e di varie nazionalità europee.

Pane e birra

Il birrificio Poretti è all'Expo con un'area espositiva nel Padiglione Italia, dove i visitatori assaggiano la varietà di birre italiane, di qualità. La Poretti, con l'Antico forno di Fulvio Garavaglia di Inveruno (MI), hanno realizzato alcuni tipi di pane alla birra.

    La birra, spiegano dalla Poretti, è stata anticamente definita "pane liquido" per le materie prime che la compongono: cereali, orzo e acqua.

    L'idea è stata quella di fondere birra e pane, dando vita a due tipi di pane diverso. Si è partiti dall'impasto di trebbie usate nel birrificio e composte dal malto e vari cereali usati nella cotta, con aggiunta di malto d'orzo macinato.

    Due le birre usate: la 6 luppoli bock rossa doppio malto e la 9 luppoli witbier leggera e cremosa.

I consigli Coldiretti

Coldiretti aveva già presentato il 15 giugno dei significativi dati sul consumo di pane in Italia e nel mondo, dove l'Italia è collocata agli ultimi posti in Europa, per quanto riguarda il consumo di pane pro-capite.

    Per l'occasione Coldiretti ha presentato i dati di un sondaggio on line svolto sul sito coldiretti.it, in cui mostra le abitudini degli italiani nell'uso del pane avanzato. Il 46% degli italiani lo mangia il giorno dopo. Dato in crescita rispetto agli anni precedenti, sicuramente dovuto alla crisi. Così come aumentano le persone che lo fanno in casa per risparmiare (ma sarà vero che si risparmia?).

    Percentuali minori di italiani, lo surgelano per usarlo in altri momenti (18%), altri ancora lo grattugiano (12%). C'è chi lo dà da mangiare agli animali (15%), come galline e altri animali da allevamento. Una piccola percentuale di italiani riesce a non far avanzare mai il pane (9%).

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo