Liberia National Day Expo Milano 2015

padiglione liberia

La delegazione liberiana a Palazzo Italia. Foto Expo 2015/Daniele Mascolo. Commissario Generale Bruno Pasquino al National Day Liberia. Commissario Generale Padiglione Liberia Marco Conca. L'avvocato Marco Conca, nominato in extremis commissario del Padiglione Liberia. Padiglione Liberia Expo Milano 2015. Commissario Marco Conca e Commissario Bruno Pasquino nel Padiglione Liberia. La cucina liberiana offerta ai visitatori per il National Day. Cuochi italiani hanno cucinato i piatti liberiani durante i 6 mesi di Expo. Carne e riso alla base di questo piatto liberiano. Riso in bianco e carne. I fondi raccolti dalla vendita dei piatti liberiani servono per i bambini vittime di Ebola. Nutrire il Pianeta Energia per la vita è per la Liberia occasione di rinascita sociale. Delegazione liberiana a Palazzo Italia. La visita della Liberia a Palazzo Italia. Il Commissario del Padiglione Liberia Marco Conca firma la Carta di Milano.
    icona css3menu.com    icona css3menu.com

La Cenerentola di Expo Milano 2015

27 ottobre, National Day della Liberia a Expo Milano 2015. Un Paese da ringraziare per la sua presenza, nonostante i problemi sanitari che lo affliggono ha partecipato. Lo ricorda il Commissario Generale del Padiglione Liberia, l'avvocato Marco Conca, che ha introdotto le celebrazioni del National Day della Liberia, con queste parole: « L'esperienza della Liberia a Expo Milano 2015 è una favola, e come ogni racconto inizia con un problema: l'ebola. Un virus che alla fine è stato sconfitto, grazie all'aiuto della comunità internazionale, del popolo liberiano e della nostra Presidente Ellen Johnson Sirleaf».

    La Liberia è a Expo grazie alla comunità di San Patrignano come ricorda il Commissario Conca: «La partecipazione del Paese africano non sarebbe stata possibile senza l'impegno di Letizia Moratti e della comunità di San Patrignano, che ci hanno supportato costantemente in questi mesi».

    Il Commissario Generale Expo 2015 Bruno Pasquino, ringrazia la Liberia per l'impegno profuso e la volontà di partecipare nonostante i difficili momenti del Paese. Ed aggiunge che Expo è una sfida riuscita anche grazie a queste nazioni. «Il successo dell'Esposizione Universale è dovuto anche alla presenza di Paesi come il vostro che hanno voluto portare la propria esperienza di biodiversità, di tradizione e di sguardo al futuro sui temi espositivi». Un grazie da parte del Commissario Pasquino è andato all'impegno della Presidente Ellen Johnson Sirleaf, che ha saputo mettere in campo le forze coagulanti delle donne, diventando simbolo di progresso e uguaglianza.

Il Padiglione Liberia

La Liberia è a Expo Milano 2015 grazie a benefattori e aziende italiane che hanno economicamente sostenuto la sua presenza. Il Paese africano, flagellato da decenni di guerra e da una recente emergenza sanitaria, non avrebbe avuto fondi per realizzare il Padiglione.

    Esserci è stato un modo per portare alla comunità internazionale le potenzialità e i punti di criticità del Paese. Esserci è servito a raccogliere finanziamenti per il Fondo umanitario istituito per aiutare i bambini orfani da Ebola. Tutti i soldi raccolti dalle attività e dai piatti liberiani cucinati dai cuochi italiani nel padiglione, servono a questo scopo.

    Il Padiglione Liberia ha una straordinaria storia di solidarietà alle spalle. Quanti vi hanno lavorato al suo interno, lo hanno fatto a titolo gratuito. Aziende siciliane e calabresi si sono occupate gratuitamente di gestire il personale nel Padiglione. La Comunità di San Patrignano ha adottato il padiglione, addobbandolo, promuovendolo mediaticamente. E il Padiglione Liberia Expo Milano 2015, ha anche il suo sito internet: www.expoliberia.org

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo