National Day Nepal all'Expo 2015: foto della giornata

Tempio indù

Nationa Day Nepal Expo Milano 2015. Fotografie Expo 2015/Daniele Mascolo e Mourad Balti. Il gruppo musicale Prana Mundi. Un gruppo musicale che arriva da Kathmandu. Prana Mundi all'Expo Milano 2015 per il National Day Nepal. Ministro dell'Economia nepalese Sunil Bahadur Thapa. Sottosegretario al Ministero dell'Ambiente Barbara Degani. Il Ministro del Nepal Thapa, il Sottosegretario Degani avvolti dalla bandiera nepalese. Giovani nepalesi in posa con la bandiera del Nepal. Girotondo con la bandiera del Nepal all'Expo 2015. Piccole 'pergamene' commemorative. Primo piano di un pilastro del tempio nepalese, in legno lavorato a mano. Tutto il tempio del Nepal addobbato a festa. Il tempio richiama la forma del Mandala. Interno del tempio nepalese: particolare. Nonostante la pioggia decine di persone visitano il Padiglione Nepal. Firma del Guest Book presso Padiglione Nepal. Il Ministro Thapa firma il Guset Book del Padiglione Nepal. La delegazione Nepalese in posa a Palazzo Italia. Visita del Nepal a Palazzo Italia. Firma della Carta di Milano a nome di tutto il Nepal. Firma del libro degli ospiti internazionali presso Palazzo Italia. Scambio di doni presso Palazzo Italia. Nella sala da pranzo presidenziale di Palazzo Italia. Conferenza stampa dedicata alle donazioni per il Nepal. Direttore Padiglione Italia Stefano Gatti e Ministro del Nepal Sunil Bahadur Thapa.
    icona css3menu.com    icona css3menu.com

Il Nepal ringrazia per la solidarietà e la vicinanza di Expo Milano 2015

Il Nepal, a quasi 5 mesi dal devastante sisma che ha mietuto 10.000 vittime e distrutto 500.000 abitazioni, commemora la presenza all'Esposizione Universale di Milano, ricordando quel giorno e ringraziando la vicinanza di tutti e il supporto concreto di Expo Milano 2015.

    Il Ministro del Commercio Sunil Bahadur Thapa ha aperto il National Day del Nepal, ringraziando il Governo Italiano e mostrando l'energia di un popolo che vuole reagire: «La nostra partecipazione all'Esposizione Universale dimostra la voglia di reagire di un popolo intero. È una grande emozione sottolineare il contributo che i visitatori dell'Esposizione Universale stanno dando sin dall'1 maggio, il giorno dell'inaugurazione, e l'affetto che ci dimostrano quotidianamente. Siamo davvero felici che Expo Milano 2015 abbia organizzato una raccolta fondi in nostro favore, fondamentale per restaurare templi e manufatti, preziose testimonianze della nostra storia».

    Il Padiglione Nepal è un'opera architettonica di pregio. Il legno della struttura è lavorato a mano dagli artigiani nepalesi. Nelle ultime fasi prima dell'inaugurazione dell'1 maggio, le maestranze impegnate negli altri cantieri del Sito Espositivo, hanno terminato i lavori prendendo il posto degli operai nepalesi. La struttura rappresenta il Mandala: il diagramma composto da più figure geometriche per formare il cerchio della vita.

    In rappresentanza dell'Italia, all'Expo Centre, c'era il Sottosegretario al Ministero dell'Ambiente Barbara Degani, che durante il discorso ha ricordato: «Expo Milano 2015 ci ha dato l'opportunità per manifestare ancora di più la solidarietà degli italiani al popolo nepalese. I nostri due Paesi sono legati da una vicinanza culturale e umana incredibile. Subito dopo il sisma lavoratori italiani sono stati disponibili a completare la costruzione del Padiglione, subentrando ai colleghi nepalesi costretti a rientrare in patria».

Raccolti 700 mila Euro si punta a 1 milione

Subito dopo il sisma Expo Milano 2015 e i Sindacati Federali Milanesi, lanciarono l'iniziativa di raccolta fondi a favore del Nepal. L'iniziativa in poco tempo raggiunse quota 300 mila euro, ora in una breve conferenza stampa, a margine dei festeggiamenti per il National Day Nepal, è stato annunciato il raggiungimento di quota 700.000 euro. L'obiettivo è raggiungere 1 milione di euro entro il 31 ottobre.

    La somma verrà interamente utilizzata per finanziare i lavori ricostruzione del tempio di Kasthamandap, cha ha dato il nome alla capitale Kathmandu.

    Alla conferenza stampa svoltasi presso Padiglione Italia, c'erano Stefano Gatti Direttore generale di Padiglione Italia, il Ministro del Commercio Sunil Bahadur Thapa, il quale ha dichiarato l'impegno del suo Governo per la ricostruzione: «Riportare all'antica gloria questo tempio (Kasthamandap) è un vero dono da parte di Expo Milano 2015; pian piano la vita sta tornando alla normalità, abbiamo speranza e fiducia nel futuro».

    Parole di ringraziamento ha espresso anche il Vice commissario del Padiglione Nepal, Amrit Ratna Shakya: «È stata una coincidenza strana e al tempo stesso toccante. Mentre tantissimi monumenti venivano distrutti dal terremoto, qui all'Esposizione Universale un nuovo tempio stava sorgendo dentro il nostro Padiglione. Speriamo che il padiglione possa rimanere qui in Italia, come segno di riconoscenza per tutto il supporto che abbiamo ricevuto dal vostro Paese».

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo