National Day Slovacchia con Marek Hamsik

slovacchia

Il Capitano del Napoli calcio Marek Hamsik, in campo. Il Presidente della Slovacchia ascolta la guida del Padiglione Slovacchia. Foto: Expo 2015. Un momento della visita presso il Padiglione Slovacchia. Il Presidente Andrej Kiska firma la Carta di Milano. Firma del libro d'onore presso l'ufficio presidenziale a Palazzo Italia. Il Presidente Kiska saluta il cuoco del ristorante slovacco. Facciata principale del Padiglione Slovacchia. Fotografie: Expo 2015/Daniele Mascolo. Area relax del Padiglione Slovacchia. L'esposizione interna del Padiglione.

Il Presidente della Slovacchia Kiska ricorda importanza di firmare la Carta di Milano

Il National Day della Slovacchia si è aperto con la presenza di un cittadino slovacco d'eccezione e partenopeo d'adozione, il calciatore e capitano del Napoli, Marek Hamsik. Ad accoglierlo i canti tradizionali del suo Paese a cura del coro Spevacky zbor Lúcnica.

    Ad accogliere la delegazione ufficiale slovacca, per l'Italia c'era il Vice ministro alle infrastrutture Bruno Antonio Pasquino. Dalla Slovacchia è giunto a Milano il Presidente della Slovacchia Andrej Kiska. Seguito da numerosi membri del Governo: il Vice Primo ministro Miroslav Lajcak; il Ministro dell'economia Vazil Hudak; il Ministro della cultura Marek Mad'aric; il Ministro dello sport Vladimir Kovacik; il Ministro dei trasporti Francis Palko.

    Nel suo discorso d'apertura, il Presidente slovacco Kiska, elogia l'Esposizione Universale per l'impegno a favore dello sviluppo e del progresso in materia di alimentazione e afferma: «per quanto riguarda il nostro Paese, mostra ciò di cui abbiamo dato prova e quello che siamo capaci di realizzare. Ma ci indica anche quello che è un obiettivo prioritario non ancora raggiunto: il diritto all'alimentazione per tutti. La Slovacchia è tra i Paesi che sono riusciti con maggior efficacia a ridurre le emissioni di CO2 nell'UE. Vanta numerose tecnologie per lo sfruttamento intelligente dell'energia. Per questo sono lieto di apporre la mia firma in calce alla Carta di Milano, che non solo espone dei problemi, ma propone anche delle soluzioni concrete».

    Il Vice ministro Nencini ha ricordato i progressi fatta dalla scienza e dalla tecnologia nei 150 anni dalla prima Esposizione Universale di Londra, che «permettono di affrontare il tema della nutrizione con una concezione diversa, decisamente molto più beneaugurante di quanto non fosse un secolo e mezzo fa».

    Terminata l'Alza bandiera e i discorsi ufficiali, la prima tappa è stata il Padiglione Slovacchia. Ad attendere Marek Hamsik un nutrito gruppo di tifosi e ammiratori, venuti a conoscenza della sua presenza all'Expo 2015.

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo