WE-Women for Expo: le donne che trasformano il mondo

Una grande iniziativa delle donne e per le donne. Una eredità per le Esposizioni Universali del futuro

icona css3menu.com  icona css3menu.com

logo WE-Women


WE-Women for Expo è una delle grandi novità di Expo Milano 2015, che punta a rimanere una eredità delle Esposizioni Universali del futuro.

    Al progetto collaborano il Ministero degli Affari esteri e la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori.

    Nasce come una rete di donne impegnate sui temi dell'alimentazione, del rispetto dell'ambiente, sostenibilità a 360 gradi. Una rete internazionale alla quale hanno aderito figure politiche femminili, artiste, scienziate.

    WE-Women ha fatto suoi gli impegni delle Nazioni Unite a favore dello sviluppo sostenibile: sustainable development goals. Le donne sono invitate a prendere parte alla rete, per sostenere il progetto e le sue iniziative.

Iniziative e progetti WE-Women

Per rendere concreta l'azione, WE-Women for Expo international, ha dato vita a 4 progetti diversificati e tutti di respiro internazionale.

    WE International è la rete di donne con un incarico di responsabilità pubblica, nei vari ambiti della società, le quali hanno dato il loro sostegno a WE-Women e che con il loro lavoro sostengono la partecipazione femminile nella costruzione del mondo. Presidente è Federica Mogherini, Presidente onorario Emma Bonino, Presidente esecutivo Marta Dassù.
    Le donne di WE-Women International sono impegnate in politica, nell'imprenditoria, nelle fondazioni e organizzazioni non governative.

    "Il romanzo del mondo" è un ampio progetto narrativo che ha coinvolto 104 scrittrici di 100 paesi, scritto in 28 lingue e che raccoglie 104 racconti. Tante storie, narrazioni e riflessioni di scrittrici affermate e famose nel mondo, ma anche di nuove scrittrici che da poco si sono affacciate nel mondo dell'editoria nazionale o mondiale. Tutte accomunate dal desiderio di raccontare il loro punto di vista, il loro modo di interpretare il mondo e di contribuire con la scrittura al suo miglioramento.
    Elif Shafak scrittrice turca, Elizabeth Strout premio Pulitzer e donne scrittrici poco note come Nadiah Al-kokabany dallo Yemen, Fatou Diome dal Senegal, dal punto di vista della loro cultura di appartenenza raccontano storie di nutrimento, veramente accadute o ispirate alla realtà, riflessioni e divagazioni originali senza un filo conduttore: ogni storia è a se.

    WE-Women organizza e promuove concorsi per imprenditrici, partendo dal convincimento che sono le donne il nuovo ceto produttivo nella crisi lavorativa mondiale in atto. Due i concorsi sotto i quali vengono raggruppati i  progetti.
    WE - Progetti delle donne. Si tratta di un bando rivolto alle idee imprenditoriali femminili capaci di dare un significativo contributo all'innovazione, alla sostenibilità ambientale e all'economia in generale. Le idee devono centrare gli obiettivi del Tema Expo 2015, Nutrire il pianeta, Energia per la vita.
    WE - Progetti per le donne. E un bando rivolto a quanti hanno un progetto che migliori la qualità della vita delle donne. Essi vengono presentati nella vetrina dell'Esposizione Universale di Milano.

    #WeEatTogether è una Call to action organizzata in collaborazione con il team Social Media di Expo 2015 e con Instagramers Italia. Per due mesi, su Instagram, le donne hanno potuto raccontare per immagini, il cibo in relazione con i luoghi e le persone con le quali condividono la quotidianità. Dal 29 giugno, le migliori 100 immagini, sono esposte nella mostra #WeEatTogether in Cascina Triulza.

Women for Expo Alliance

Grazie al supporto di FAO e WFP (World Food Program), il comitato internazionale di We-Women for Expo, ha dato vita a Women for Expo Alliance, un manifesto di intenti e azioni concrete rivolte a persone, settore pubblico e settore privato. Un manifesto contro lo spreco alimentare per un futuro migliore che sia di tutta l'umanità.

Le We Ambassador

La riuscita del progetto ha bisogno di persone che s'impegnino in prima persona per la sua riuscita. Ecco allora l'idea di avere le WE Ambassador. Scienziate, imprenditrici, attrici, scrittrici, personaggi della vita politica internazionale e donne aderenti alle ONG.

    Ciascuna We Ambassador contribuisce ad arricchire di contenuti il dibattito circa l'alimentazione e lo spreco di cibo. Lo fa mettendo in campo iniziative che trovano il punto d'incontro nel sito www.we.expo2015.org.

    Tra le numerose We Ambassador troviamo l'attrice Samya Abbary, la scrittrice e chef indiana Ummi Abdulla, Silvia Avallone, Antonella Antonelli, l'atleta Arianna Fontana, Samia Nkrumah del Convention People's Party del Ghana. E molte, moltissime altre donne.

Video promozionale WE-Women for Expo

freccia su

 

Facebook NewsExpo   Google+ NewsExpo   NewsExpo

Youtube account Delicious account
WE-Women for Expo